×

Bari, condannato a 10 anni: uccise 24enne perchè bloccava il traffico

La lite iniziata perchè il giovane bloccava il traffico: poco dopo, la coltellata al petto. 69enne condannato a 10 anni di reclusione.

bari lite stradale 768x427

Nell’agosto 2017 aveva ucciso un 24enne con una coltellata al petto infertagli al culmine di una lite sorta in strada, e per questo motivo la Corte d’Assise di Bari lo ha ora condannato a dieci anni e due mesi di carcere, con l’accusa di omicidio preterintenzionale.

Gaetano Sesto, 69enne residente a Bitonto, in provincia di Bari, è ora agli arresti domiciliari e dovrà risarcire i familiari delle vittime costituitesi parti civili. E se ai genitori della vittima – Giuseppe Muscatelli – i Giudici della Corte d’Assise hanno riconosciuto una provvisionale di 50mila Euro, alla sorella ne andranno invece 30mila.

Ucciso perchè bloccava il traffico

Nel corso delle indagini, i Carabinieri si sono avvalsi sia di perizie, sia di testimonianze oculari.

E da quanto emerso, il 69enne colpì Muscatelli nel corso di una lite sorta perché il giovane bloccava il traffico. Il 24enne era in auto, diretto a prendere la sua fidanzata all’uscita dal lavoro, quando ha affiancato una vettura guidata da un conoscente con il quale si era fermato a scambiare due parole, ostacolando così il flusso di traffico nella carreggiata.

La coltellata al torace

Gaetano Sesto, vistosi bloccato, chiese al giovane di spostarsi.

Sentendosi inascoltato, scese dalla propria auto e raggiunse Muscatelli. Dopo un breve litigio, la coltellata al torace. Una coltellata – secondo l’aggressore – inferta come reazione ad un pugno ricevuto dalla vittima.

Una tesi parzialmente accolta dai giudici, che hanno riqualificato il reato contestato all’imputato, derubricandolo da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale.

Contents.media
Ultima ora