Reggio Emilia, morta una 33enne insegnante di danza
Cronaca

Reggio Emilia, morta una 33enne insegnante di danza

federica formentini

Non ce l'ha fatta Federica Formentini, la malattia è stata più forte di lei. La danza emiliana è in lutto.

Federica era un’insegnante di danza in una scuola di Reggio Emilia ed era molto conosciuta in città, soprattutto nel mondo coreutico, che da sempre era la sua grande passione. La sua vita si è spezzata a causa di un male incurabile che l’ha colpita e non le ha lasciato scampo. Tutto è iniziato con un malore improvviso da cui Federica non si è mai ripresa completamente. Ha lottato per due mesi, ma alla fine non ce l’ha fatta. Sul web tantissimi messaggi di cordoglio: “Con te se ne va la nostra energia”.

Lutto nella danza

Federica Formentini era molto conosciuta a Reggio Emilia per il suo impegno nella scuola di danza Let’s Dance. Nessuno riesce a capacitarsi di quanto accaduto. La malattia non le ha nemmeno lasciato il tempo di lottare, portandosela via nel giro di due mesi. Tutto è cominciato con un malore, da cui la donna non è mai riuscita ad uscire.

Federica lascia, oltre ai tantissimi amici, il marito Marco Galletti, titolare di un’agenzia grafica. I funerali venerdì 12 aprile alle 14,30, nella chiesa di Ospizio.

Il cordoglio degli amici

Tra i tanti messaggi di cordoglio che stanno giungendo ai familiari di Federica, spicca la lettera scritta dalla scuola Let’s Dance. “Ciao Federica, con te vola via la nostra energia. Ha iniziato a danzare a 4 anni a Let’s Dance, e da quella casa non è più uscita. E’ cresciuta scegliendo la danza e l’insegnamento come missione della sua vita. Ha sperimentato percorsi di danza urbana in contesti alternativi per la diffusione della danza come linguaggio di comunicazione delle emozioni. Ha scelto di insegnare danza contemporanea. Ha cresciuto nelle sale di danza tanti bambini, e siamo certi che tutti loro portino con sè una parte di lei. Ma Federica era molto altro, era la colonna portante di Danzability. Quel modo gentile e appassionato di accogliere la fragilità e tradurla in gesto artistico che arriva dritto al cuore.

Ci mancherai Fede, noi continueremo a danzare nel tuo segno per il tuo e il nostro sogno”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.