×

Polpaccio reciso con la motosega: vicesindaco salvato dalla moglie

Loris De Col, vicesindaco di Taibon Agordino, si è salvato solo grazie al tempestivo intervento della moglie, professionista sanitaria.

Vicesindaco ferito con la motosega
Vicesindaco ferito con la motosega

Attimi di terrore per Loris De Col, vicesindaco 55enne di Taibon Agordino, località veneta in provincia di Belluno. Secondo quanto si apprende da Leggo, l’uomo si è procurato una grave lesione tagliandosi accidentalmente il polpaccio con una motosega. Le sue condizioni sono gravi e ha rischiato di morire dissanguato, ma la vicenda avrebbe potuto avere un epilogo ancora più drammatico se non fosse stato per la moglie Ida, tempestivamente accorsa in aiuto del marito.

L’intervento della moglie

Poco dopo le 15 di venerdì 12 aprile, il vicesindaco si trovava in un’area boschiva di sua proprietà nella località La Roa, all’imbocco della valle di San Lucano. La lama della motosega gli ha reciso i pantaloni ed è penetrata nella pelle, provocando una grave lesione che sarebbe potuta essergli fatale. La moglie, accortasi per tempo dell’incidente, è intervenuta e ha lanciato l’allarme che ha salvato la vita del coniuge.

L’uomo è stato soccorso dal personale del Suem, a bordo di un elicottero, ed è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Cà Foncello di Treviso.

Secondo quanto riportato da Radio Più, fondamentali per il buon esito dell’operazione di soccorso sono state le competenze mediche della moglie. La donna è infatti una professionista in ambito sanitario e ha saputo fare in modo che De Col non perdesse troppo sangue. Mantenendo la calma, ha tamponato adeguatamente la ferita.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della compagnia di Agordo, per effettuare un sopralluogo, ricostruire la dinamica dell’accaduto e raccogliere gli indizi di eventuali responsabilità di terzi.

Contents.media
Ultima ora