Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Incendio Notre Dame, potrebbe succedere anche al Duomo?
Cronaca

Incendio Notre Dame, potrebbe succedere anche al Duomo?

duomo milano

Il Duomo di Milano è a rischio? E' questa la domanda di molti dopo il disastroso incendio di Notre Dame.

Il mondo è ancora sotto choc nel vedere le immagini dell’incendio alla cattedrale di Notre Dame avvenuto nella serata di lunedì 15 aprile. La struttura dello storico monumento è stata messa in salvo dai vigili del fuoco, ma ciò che tutti si chiedono è se un rogo di tali dimensioni possa scoppiare anche in altri luoghi di culto, come, ad esempio, il Duomo di Milano. Non sono ancora chiare le esatte cause del rogo di Parigi, ma nonostante questo, analisti ed esperti stanno facendo il possibile per prevedere eventuali altri disastri simili. L’esempio del Duomo non è infatti casuale perché la cattedrale milanese fu coinvolta in un incendio nel XVII secolo.

Il Duomo è a rischio?

Come riportato da il Corriere della Sera, che ha intervistato il responsabile delle opere che si trovano nel Duomo, “i sistemi di controlli oggi sono molto più efficienti”. Il Duomo sarebbe inoltre strutturalmente diverso da Notre Dame, e proprio per questo motivo sarebbe meno esposto al rischio di incendi.

“Li c’è un ampio tetto in legno – ha spiegato l’ingegner Canali -, da noi invece la struttura è costruita prevalentemente con marmo e laterizio“. Ciò non toglie ovviamente che alcune parti siano più a rischio rispetto ad altre. Tra queste ricordiamo l’organo, il coro, le cripte e le sagrestie. Il Corriere rassicura comunque sul sistema si sicurezza: “E’ attivo un sistema di videosorveglianza e di raggi ottici per la rilevazione del fumo”.

La manutenzione del Duomo

Secondo quanto riportato dal Corriere, “la manutenzione complessiva del Duomo costa dai 10 ai 15 milioni di euro all’anno, ma nel tempo la cattedrale è stata attrezzata con moderni impianti di sorveglianza, con videocamere in grado di rilevare anche i movimenti bruschi da parte delle persone”. Da un paio di mesi sarebbe inoltre in funzione anche un sistema che tiene sotto controllo la salute strutturale.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche