Arezzo, ragazza di 21 morta di meningite fulminante | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Arezzo, 22enne morta di meningite fulminante
Cronaca

Arezzo, 22enne morta di meningite fulminante

meningite

Ragazza stroncata da meningite fulminante. In lutto le comunità dei paesi che frequentava.

Lutto per Sofia Panconi, 22enne uccisa da una meningite fulminante. La ragazza, cameriera di un ristorante nella provincia di Arezzo, è morta dopo appena 24 ore dall’insorgere della febbre alta. Amici e familiari della vittima sono stati sottoposti a controlli medici.

Stroncata dalla meningite

Sofia Panconi aveva 22 anni e viveva a Faella, in provincia di Arezzo. Ex studentessa dell’ISIS Giorgio Vasari, la ragazza lavorava come cameriera nel ristorante Casagrande, nel centro di Figline Valdarno. Colpita da una meningite fulminante, si è spenta lunedì 15 aprile 2019 dopo appena 24 ore dall’insorgere della febbre. L’antipiretico prescritto dal medico non ha avuto effetto e le condizioni di salute della 22enne sono precipitate in poche ore. In lutto le comunità di Faella e Figline Valdarno.

morta di meningite

La giovane è stata stroncata da una meningite del ceppo B, per la quale non era vaccinata. Questo tipo di meningite si è diffuso rapidamente nelle zone dove viveva la vittima e nei mesi precedenti alla sua morte erano stati registrati due casi simili, quello di un bambino di 8 anni e quello di una ragazza di 25.

Un altro bimbo, di Bologna, era morto nello stesso periodo per la medesima patologia.

Come riportato, tutti coloro che sono entrati a contatto con Sofia i giorni precedenti alla sua scomparsa sono stati sottoposti a profilassi per accertarne le condizioni di salute. La meningite contratta dalla vittima appartiene al ceppo B, per cui la vaccinazione non è obbligatoria. Caldamente consigliato dai medici, specie per bambini e ragazzi, il vaccino è a pagamento.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche