×

Treviso, nigeriana ruba una pistola e apre il fuoco contro l’agente

La donna africana era stata perquisita per traffico di droga. Poi ha aggredito l'agente, l'ha derubata e le ha puntato la pistola.

pistola 2 768x390

Una donna trentenne residente a Treviso è stata perquisita dalla polizia. Gli agenti hanno trovato della droga ben nascosta nella pancia della donna. Poi l’africana è andata in escandescenza e ha aggredito un agente della finanziaria. Dopo averla derubata dalla pistola, ha puntato l’arma contro l’agente: la nigeriana si è salvata grazie alla sicura.

Poteva essere una tragedia.

Una tragedia sfiorata

Si tratta dell’ennesima aggressione alle forze armate italiane. Succede a Treviso, dove una donna nigeriana di 31 anni ha rubato la pistola alla militare delle Fiamme Gialle e ha tentato di aprire il fuoco contro l’agente. Fortunatamente la pistola era bloccata dalla sicura: questo ha permesso all’agente di uscire illesa dall’aggressione. La donna africana era già nota alla polizia trevigiana come corriere di droga.

A seguito di una perquisizione, infatti, la polizia aveva rinvenuto numerosi ovuli ben nascosti nella pancia della nigeriana. Per questo motivo la donna si è scagliata sull’agente, l’ha disarmata, le ha puntato la pistola ma non è riuscita a sparare. La situazione poteva trasformarsi in una tragedia.

I commenti dalla politica

Il vicepremier Matteo Salvini è il primo a lanciare la notizia dal Viminale: il leader leghista punta alla tolleranza zero nei confronti della pusher.

Questo è il messaggio lanciato del vicepremier: “Una nigeriana 31enne, controllata dalla Guardia di Finanza a Treviso, è stata scoperta con parecchi ovuli in pancia. Non contenta, ha aggredito una militare delle Fiamme Gialle sottraendole l’arma d’ordinanza e cercando di fare fuoco. Non ha sparato solo perché non è riuscita a togliere la sicura. Nel 2016 la nigeriana aveva ricevuto il diniego della protezione internazionale. Piena solidarietà alle Forze dell’Ordine, tolleranza zero per i delinquenti che portano droga nelle nostre strade e aggrediscono chi si occupa della nostra sicurezza”.

tweet
Contents.media
Ultima ora