Padova, gabbiano contro elicottero: parabrezza rotto e pilota colpito
Cronaca

Padova, gabbiano contro elicottero: parabrezza rotto e pilota colpito

gabbiano contro elicottero
gabbiano contro elicottero

Quello del bird strike è un problema molto sentito anche tra i piloti di aerei. Il gabbiano ha colpito l'elicottero del 118 con a bordo un paziente

L’elicottero del 118 stava volando da Padova a Venezia, con un paziente a bordo, quando un gabbiano ha colpito il velivolo, sfondando il parabrezza e colpendo il pilota alla spalla.

Gabbiano contro elicottero

Gabbiano contro elicottero del 118: paura a bordo, dove l’animale si è schiantato sul fondo del mezzo con schizzi di sangue ovunque. La notizia è riportata dal Gazzettino e Il Messaggero. L’elicottero è dovuto tornare a Padova, volando a bassa quota, e il paziente che si trovava a bordo del velivolo è stato trasferito su un’ambulanza.

Il direttore del Suem di Padova, Andrea Spagna, ha spiegato che “in quota questi episodi possono capitare”. Al Gazzettino, ha aggiunto: “Quello del bird strike è un problema molto sentito anche tra i piloti di aerei”. In molti non ne sono a conoscenza, tuttavia, persino “negli aeroporti ci sono diversi sistemi di dissuasione per allontanare i volatili. Inoltre, ha spiegato ancora Andrea Spagna, “i vetri sono antisfondamento e non so come sia potuto succedere”.

Nel caso in questione ha spiegato ciò che è accaduto sul velivolo dei soccorsi.

Ha spiegato: “Stavamo eseguendo un normale trasporto di un paziente da Padova a Venezia per motivi logistici”. Fortunatamente, ha tenuto a precisare e rassicurare che “non era un paziente in condizioni critiche”. Poi i complimenti al pilota: “Devo sottolineare la bravura del nostro pilota che ha mantenuto sangue freddo e lucidità per comunicare con la nostra centrale operativa e riportare l’elicottero alla base in massima sicurezza”. Il mezzo ha subito alcuni danni a causa dell’impatto piuttosto forte e violento avvenuto ad alta quota. Oltre al parabrezza rotto, il pilota dell’elicottero è stato colpito alle spalle, ma stando alle prime informazioni rese note pare non sia rimasto ferito.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.