×

Palermo, trovato cadavere di un uomo in un’auto

Condividi su Facebook

Aperta un'indagine per scoprire i colpevoli. Tra i moventi, non si esclude la vendetta.

carabinieri

La vicenda è accaduta a Belmonte Mezzagno, nel palermitano. Il cadavere di un uomo è stato trovato in una macchina parcheggiata in via Umbria durante la mattinata di mercoledì 8 maggio 2019. La vittima sarebbe Antonino Di Liberto, fratello dell’ex sindaco di Belmonte Pietro Di Liberto e cugino del pentito di mafia Filippo Bisconti.

Di Liberto sarebbe stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre si trovava nella propria auto a pochi passi dalla sua abitazione.

Le indagini

Le forze dell’ordine hanno aperto un’indagine per scovare i colpevoli dell’omicidio. Dopo avere delimitato la scena del delitto, gli inquirenti hanno setacciato la vettura in cui è stato reperito il corpo senza vita, una Bmw di proprietà della vittima.

Di Liberto, 49enne, lavorava come commercialista per un’impresa alla quale era stato revocato un appalto dell’Enel perché lo stesso Di Liberto era stato giudicato dalla Prefettura legato da vincoli di parentela ad ambienti mafiosi.

Benché infatti l’uomo non avesse precedenti penali, era cugino di Filippo Bisconti, ex boss di Misilmeri-Belmonte Mezzagno, l’uomo che ha facilitato la conoscenza della nuova Cupola mafiosa durante un’importante operazione antimafia.

Considerando le informazioni raccolte, gli inquirenti non hanno escluso che il movente possa ricollegarsi a una vendetta trasversale per minacciare il collaboratore di giustizia. I sicari avrebbero sorpreso il commercialista non appena è entrato nella sua auto e gli avrebbero sparato almeno quattro colpi, sfondando il parabrezza e lasciandolo senza vita.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.