×

Chieti, 19enne stroncato da un malore mentre gioca a calcetto

Christian Cerbone è stato trasferito prima all'ospedale di Vasto e poi a quello di Chieti, ma è morto prima di entrare in sala operatoria.

Chieti, morto per malore mentre gioca a calcetto
Chieti, morto per malore mentre gioca a calcetto

Lutto a Chieti, in Abruzzo, per la morte di un ragazzo di soli 19 anni. Christian Cerbone, originario di San Salvo, è stato stroncato da un malore improvviso durante una partita di calcetto disputata con gli amici. Il ragazzo si trovava sul campo del centro sportivo di San Salvo Marina quando si è sentito male e si è accasciato circondato dai compagni, riporta Fanpage.

Gli amici hanno subito allertato i soccorritori del 118, che lo hanno trasferito d’urgenza all’ospedale di Vasto. Non appena è giunto al pronto soccorso, i medici hanno capito che le sue condizioni erano disperate.

Morto per un malore in campo

L’episodio risale alla serata di giovedì 9 maggio. In un disperato tentativo di salvargli la vita, i medici di Vasto hanno deciso di trasferire Christian al Santissima Annunziata di Chieti, dove sarebbe dovuto essere sottoposto a un intervento al cuore.

Ma il decesso è sopraggiunto poco prima che potesse entrare in sala operatoria. I Carabinieri hanno aperto un’indagine e sono in corso gli accertamenti per stabilire l’esatta causa di una morte tanto inaspettata. Sono ancora sotto choc gli amici e tutti i conoscenti. Sulla pagina Facebook del 19enne sono comparsi numerosi messaggi di cordoglio che ricordano Christian come “una persona unica, lascerai un vuoto dentro tutti noi”. In un altro messaggio di addio si legge: “Il tuo sorriso sarà sempre nel mio cuore, la tua educazione, il tuo rispetto.

Eri un angelo in vita, ora lo sei ancora di più”.

Il precedente

A fine marzo un malore in campo ha stroncato anche il 22enne Rogelio Maria Pizzi. Il ragazzo viveva a San Giorgio di Piano, in provincia di Bologna, riporta l’Ansa. Si è sentito male durante un match del campionato seconda categoria dilettanti ed è stato trasferito d’urgenza all’Ospedale Maggiore di Bologna, dove è deceduto. Prima della partita era stato sottoposto alle visite regolamentari e non era risultato affetto da alcuna patologia.

Contents.media
Ultima ora