Sassari, giovane colpito meningite: al via la profilassi | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Caso di meningite a Sassari, ragazzo ricoverato in gravi condizioni
Cronaca

Caso di meningite a Sassari, ragazzo ricoverato in gravi condizioni

ospedale-sassari
Ospedale

L'azienda ospedaliera locale ha subito provveduto ad allertare il Servizio di Igiene pubblica per l'attivazione dei protocolli di profilassi.

Nella notte del 12 maggio un giovane della provincia di Sassari è stato trasportato d’urgenza nella locale Azienda ospedaliero universitaria per una meningite da meningococco di tipo B. A quanto si apprende dalla Clinica di Malattie Infettive dov’è ricoverato, il ragazzo – di 22 anni – sarebbe in gravi condizioni.

Le dichiarazioni dell’ospedale

Stando a quanto affermato in una nota divulgata dalla stessa Azienda ospedaliera: “Le condizioni del giovane, della provincia di Sassari, sono serie e al momento la prognosi resta riservata”, aggiungendo successivamente: “Il Servizio di Microbiologia ha fatto l’accertamento diagnostico di meningite meningococcica, confermato poi con diagnosi di sierogruppo B dalla struttura di Direzione di Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere dell’Azienda ospedaliero universitaria sassarese”.

Subito scattata la profilassi

Come accade di norma in questi casi, l’ospedale ha subito provveduto ad avvisare il Servizio di Igiene pubblica dell’Ats Sardegna – Assl Sassari per l’attivazione dei protocolli di profilassi. A questi ultimi dovranno infatti sottoporsi tutti coloro venuti a diretto contatto con il ragazzo nelle 72 ore precedenti il ricovero.

Tenute sotto osservazione anche le persone che hanno frequentato il 22enne nei 10 giorni antecedenti il manifestarsi dei primi sintomi della meningite.

Per questo motivo la Assl locale ha invitato i soggetti in questione a: “contattare il proprio medico di medicina generale in caso di importante manifestazione febbrile. L’attenzione dovrà restare alta per tutto il corso della settimana”. L’Azienda ospedaliera ha inoltre ricordato a tutti la possibilità di eseguire il vaccino antimeningococcico presso le loro strutture, in maniera gratuita per i bambini nati a partire dal primo gennaio 2015 e a pagamento per tutti gli altri.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche