×

Sabrina Misseri, che fine ha fatto la ragazza di Avetrana?

Sabrina Misseri uccise la cugina Sara Scarri il 26 agosto 2010. In un'intervista la donna ha raccontato il suo rapporto con la 15enne

sabrina misseri
sabrina misseri

Il 26 agosto 2010 Sara Scazzi venne uccisa e gettata in un pozzo ad Avetrana. L’episodio aveva scosso l’Italia. Le due responsabili, Sabrina Misseri e Cosima Serrano, vennero condannate all’ergastolo: da quel momento i loro nomi sparirono dagli schermi. Poco tempo fa, però, Sabrina è tornata a parlare in prima persona nel programma “Storie maledette”. Che fine ha fatto in questi anni? Ricostruiamo la sua storia.

L’intervista a Sabrina Misseri

Nel 2018 Sabrina ha partecipato alla trasmissione “Storie maledette” e ha rilasciato un’intervista. La donna ha ricostruito il suo rapporto con la cugina Sara: “La sorella che non ho mai avuto, viveva praticamente da noi. Non aveva un’alta autostima e la portavo con i miei amici perché si lasciasse un po’ andare”.

Poi Sabrina ha parlato di Ivano Russo, il ragazzo di cui era innamorata Sara. Tra i due era nata una vera e propria ossessione. Infine, Sabrina ha parlato degli ultimi momenti trascorsi con Sara: in quel momento la donna non è riuscita a trattenere le lacrime.

Sabrina Misseri: le indiscrezioni di Pomeriggio 5

Sabrina Misseri, condannata all’ergastolo per l’omicidio della cugina Sara, potrebbe essere scarcerata prima di aver scontato la sua pena. A riferirlo è Barbara D’Urso in una puntata di Pomeriggio 5. L’inviata ad Avetrana ha dichiarato: “Dopo la condanna all’ergastolo, i legali di Sabrina e Cosima avrebbero fatto ricorso alla Corte Europea. E proprio la Corte Europea avrebbe giudicato ammissibile il ricorso, perché ci potrebbe essere qualcosa da rivedere nei tre gradi di giudizio”.

Tutto questo comunque è ancora incerto. Tuttavia, da ottobre 2018 Sabrina gode di permessi speciali per la sua buona condotta: la donna è considerata una detenuta modello.

La lettera di Michele a Sabrina

Nel corso del servizio, la giornalista inviata ad Avetrana riporta una parte del testo della lettera inviata da Michele Misseri a Sabrina. L’uomo ha lasciato a Sabrina alcune dichiarazioni: “Sto bene fisicamente, ma con la mia coscienza no. Io sono il vero colpevole e non Sabrina e Cosima. Io non smetto mai di scrivere loro. Ho visto la loro intervista dal carcere e quello che hanno detto è tutto vero, sono stato tanto male. So cosa ho fatto alla piccola Sara e non sono creduto da nessuno. Sono nelle mani di Dio, solo lui sa la verità”.


Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche