Padova, nasconde i cadaveri dei parenti per la loro pensione | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Nasconde cadaveri dei parenti per percepirne la pensione: denunciato
Cronaca

Nasconde cadaveri dei parenti per percepirne la pensione: denunciato

padova cadaveri pensione

Ha nascosto il cadavere della madre e dello zio nella legnaia per poter continuare a prendere la loro pensione: 55enne denunciato dai Carabinieri.

Una storia drammatica dai risvolti macabri. Un uomo di 55 anni ha tenuto nascosto per anni i cadaveri della madre e dello zio per poter continuare a percepire indisturbato la loro pensione. L’intera vicenda si è verificata, scoperta dai Carabinieri, nel paese di Sant’Urbano, in provincia di Padova. I corpi dei due anziani, entrambi deceduti per cause naturali, si trovavano nella legnaia. L’uomo è stato inevitabilmente denunciato per occultamento di cadavere e truffa aggravata.

Stando a quanto riportato dal sito tgcom24.mediaset.it, i corpi ritrovati appartenevano a parenti stretti dell’uomo. Uno dei corpi ritrovati infatti è della madre del 55enne, morta sei mesi fa a 88 anni, mentre l’altro è dello zio, deceduto a 90 anni di età circa tre anni or sono.

L’autopsia chiarirà le cause del decesso

Sul posto dove si è verificata la vicenda sono intervenuti per tutti gli accertamenti del caso i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Padova e del Radiomobile della compagnia di Este.

Insieme a loro, anche il reparto investigativo del radiomobile di Padova. Come di prassi in queste situazioni, l’intera zona è stata transennata e posta sotto sequestro per evitare contaminazioni.

In base a quanto si è appreso dalle indagini, il corpo della mamma era conservato in un cellophane. Quello dello zio, invece, era ormai ridotto in scheletri e si trovava all’interno di una cassetta di legno. Il magistrato di turno della Procura di Rovigo, competente per territorio, ha deciso di dare l’autorizzazione per l’esecuzione dell’autopsia sui cadaveri, in modo di poter fare chiarezza sulle cause della morte.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche