×

Gioia Tauro: bidello uccide a bastonate un gatto davanti ai bambini

Sconvolto dalla notizia, il Garante dell'Infanzia e Adolescenza della Calabria ha affermato che verranno subito presi dei provvedimenti in merito.

gatto-gioia-tauro
Gatto

Sono stati momenti di terrore quelli vissuti il 17 maggio dagli alunni della scuola elementare Eugenio Montale di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. Un bidello dell’istituto scolastico ha infatti brutalmente ucciso a bastonate un gatto randagio che era casualmente entrato in una delle classi.

L’uomo avrebbe colpito ripetutamente il felino fino a fargli perdere conoscenza, lasciandolo agonizzante per oltre un’ora in attesa che morisse.

Il Garante dell’Infanzia: “Prenderemo provvedimenti”

Sconvolto dall’accaduto, il Garante dell’Infanzia e Adolescenza della Calabria Antonio Marziale afferma che verranno presi immediatamente dei provvedimenti in merito: “Quanto accaduto è da annoverarsi tra le denunce più raccapriccianti che io abbia raccolto nel corso del mio mandato istituzionale. Non riuscivo a credere a una cosa del genere e ho chiamato il dirigente della scuola, che ne era a conoscenza.

Mi ha assicurato che il bidello sarebbe andato a scusarsi con gli alunni e avrebbe incontrato i genitori, ma non mi basta. Si tratta di un gesto gratuito e assassino, documentato fotograficamente dai ragazzini. Porterò la cosa all’attenzione dell’autorità giudiziaria e del ministro Bussetti”.

Stando alle parole di Maria Antonia Catania, responsabile della onlus Animalisti Italiani per la provincia di Reggio Calabria, il dirigente scolastico avrebbe semplicemente chiesto al bidello di far uscire il gatto dalla classe.

È stato solo dopo che il micio, evidentemente spaventato, continuava a soffiare contro il bidello che quest’ultimo ha iniziato a bastonarlo fino alla morte.

Il commento del sottosegretario all’Istruzione

In poche ore la notizia non ha tardato ad arrivare nei palazzi del ministero dell’Istruzione. Il sottosegretario del Movimento 5 Stelle Salvatore Giuliano ha infatti espresso la sua indignazione attraverso un post su Facebook in cui dichiara: “La notizia di quanto avvenuto in una scuola primaria di Gioia Tauro mi ha scioccato e, se fosse accertata, si dovranno prendere i conseguenti provvedimenti. Quello che è successo è semplicemente terribile e inaccettabile ancor più perché questa violenza si è consumata a scuola, il luogo in cui si insegna il rispetto, anche degli animali, si educa alla non violenza e si stimolano i ragazzi a individuare e prendere le distanze da messaggi e azioni negative”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora