×

Clochard dorme nel cassonetto: rischia di morire nel tritarifiuti

L'uomo è stato salvato dall'intervento di un operatore di Aim Ambiente, poi è fuggito prima di poter essere identificato e medicato.

Clochard nel cassonetto
Clochard nel cassonetto

Erano le ore 7.30 quando un operatore di Aim Ambiente, la società di raccolta rifiuti della città di Vicenza, ha sentito delle urla provenienti dal mezzo tritarifiuti che stava guidando e con il quale aveva appena svuotato un cassonetto di raccolta del verde in via dei Mille.

Insospettito dal suono, si apprende dal Messaggero, ha interrotto l’operazione e ha riposizionato a terra il bidone. Quando è sceso dal veicolo per controllare cosa fosse successo, si è trovato di fronte a una scena singolare. Nel cassonetto c’era un uomo di origine africana che, non appena lo ha visto, è fuggito senza dire nulla.

Clochard nel cassonetto

L’identità dell’uomo non è stata resa nota, ma al momento appare probabile che si tratti di un senzatetto.

Il clochard si sarebbe infilato nel cassonetto per ripararsi dal freddo durante la notte, senza riuscire a uscire in tempo quando il mezzo tritarifiuti di Aim si è avvicinato. Solo grazie alla prontezza dei riflessi dell’operatore ecologico ha potuto salvarsi. Restano incerte le sue condizioni di salute, dal momento che, fuggendo, ha rifiutato ogni possibile aiuto da parte dei sanitari del Suem.

Il precedente

Un simile caso si era verificato, sempre a Vicenza, nel dicembre 2017 ed era stato riportato da Vicenza Today.

Un senzatetto era stato rinvenuto in un cassonetto per la raccolta differenziata della carta, all’altezza dell’isola ecologica nei pressi di via Genova. A lanciare l’allarme è stato un operatore di Igiene Ambientale, che ha contattato una pattuglia della polizia. Il clochard si trovava in stato confusionale e ha risposto a fatica alle domande poste dagli agenti. Le forze dell’ordine lo hanno identificato e ne hanno disposto il trasferimento in ospedale.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora