Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Roma, appartamento in fiamme: due intossicati
Cronaca

Roma, appartamento in fiamme: due intossicati

ricerche vigili del fuoco

Il bilancio dell'incendio è di due persone intossicate. Entrambe sono state soccorse dal 118 e accompagnate in ospedale.

Incendio in un appartamento al primo piano di un palazzo della Capitale, in viale dell’Acquedotto Alessandrino. Sul posto sono prontamente accorsi i vigili del fuoco, che hanno provveduto a spegnere le fiamme, e la Polizia. A causa del denso fumo che ha avvolto il condominio, tutti i residenti sono stati evacuati in via precauzionale, anche se le fiamme hanno di fatto interessato solo alcune stanze e non si sono propagate negli appartamenti attigui. Stando a quanto riferito dai pompieri, due persone hanno avuto necessità di ricorrere alle cure mediche e sono state trasportate in ospedale in ambulanza. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

Tutto partito da una scintilla

A quanto si apprende, come riportato a Il Messagero, l’incendio sarebbe partito da un ferro da stiro. A riferirlo sarebbe stata proprio la proprietaria dell’appartamento da cui si è scatenato l’incendio. Quest’ultima ha raccontato che all’improvviso, mentre stava stirando, è partita una scintilla proprio dal ferro.

Sono comunque in corso accertamenti da parte della Polizia.

L’allarme dei residenti

L’allerta ai soccorritori è scattata attorno alle 18 di lunedì 20 maggio ed è stata lanciata da alcuni residenti di un complesso che si trova lungo la strada che costeggia il parco Sangalli, tra Torpignattara e Porta Furba-Quadrato. Ad essere avvolto dalle fiamme è stato un appartamento posto al primo piano di una palazzina su 4 livelli, e i pompieri sono intervenuti con due squadre. Sul posto anche i sanitari del 118, che hanno soccorso gli intossicati, e gli agenti del commissariato Appio. Le fiamme sono state completamente domate, ma lo stabile è stato fatto comunque evacuare.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche