×

Usano una bomba come schiaccianoci, ordigno fatto brillare

I due non sono stati denunciati in quanto inconsapevoli della pericolosità dell'oggetto.

ordigno bellico

Una coppia di 70enni era completamente inconsapevole di avere tra le mani un oggetto pericoloso. I due conservavano nel salotto di casa una bomba della Seconda Guerra Mondiale, e senza nemmeno sapere di cosa si trattasse, la usavano come schiaccianoci. L’incredibile scoperta è stata fatta dai carabinieri della compagnia di Seregno, che hanno trovato nella casa dei due, a Meda, un proiettile di artiglieria lungo 15 centimetri e largo tre. Per loro era un semplice sopramobile, o all’occorrenza uno schiaccianoci, inconsapevoli della sua effettiva pericolosità. Stando alle informazioni raccolte, l’ordigno era un’eredità del padre della donna, ma nessuno era a conoscenza del potenziale pericolo.

L’incredibile scoperta

Se i due hanno scoperto di aver tenuto in casa per anni un ordigno molto pericoloso è solo per caso.

La coppia di 70enne si è infatti rivolta ai carabinieri nel tentativo di liberarsi del vecchio oggetto. I militari hanno però capito il potenziale pericolo e hanno fatto intervenire gli artificieri dell’Arma. Come da procedura, gli artificieri hanno recuperato con cautela l’ordigno non prima di aver fatto evacuare la villetta bifamiliare. La bomba è stata quindi fatta brillare a Paderno Dugnano, in una cava. Dalle prime analisi è emerso che si trattava di uno dei residuati bellici più pericolosi, sparato da un cannoncino d’artiglieria durante il secondo conflitto mondiale. Stando a quanto riportato da Milano Today, i due non sono stati denunciati, in quanto sono risultati essere completamente inconsapevoli di detenere un ordigno così potenzialmente pericoloso.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche