×

Parma, travolta e uccisa sulle strisce pedonali

Sul posto sono intervenuti i soccorsi e le forze dell'ordine che hanno effettuato i rilievi per chiarire la dinamica dello schianto.

muore folgorata

Un tragico incidente è avvenuto a Parma verso mezzogiorno di venerdì 24 maggio. Una donna stava attraversando sulle strisce pedonali nella zona dell’Arco di San Lazzaro quando è stata investita e uccisa da un furgone che trasportava bevande che non è riuscito ad evitare l’impatto. Alcuni passanti hanno avvertito subito i soccorsi che sono intervenuti prontamente con l’ambulanza e hanno tentato il tutto per tutto per rianimarla, ma senza successo. L’impatto è stato violento e le ferite riportate troppo gravi: per lei non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono giunti anche gli agenti della Municipale che hanno transennato la zona per effettuare i rilievi di legge e avviare le indagini. Spetterà a loro chiarire l’esatta dinamica dei fatti.

Avviate le indagini

Stando alle prime informazioni, la vittima sarebbe una donna di 50 anni originaria dell’est Europa, anche se al momento non sono state diffuse altre informazioni relative la sua identità.

Ciò che è certo è che la donna si stava apprestando ad attraversare la carreggiata sulle strisce pedonali e gli agenti non hanno trovato sull’asfalto segni di frenata. Il tutto è avvenuto lungo la via Emilia, e la zona è stata completamente chiusa dalle forze dell’ordine. La notizia dello schianto arriva solo qualche ora dopo un altro incidente. Nella serata di giovedì, tra ponte Italia e via Rustici, un ciclista è stato investito da un’auto. Fortunatamente per l’uomo non ci sono state gravi conseguenze, ma solo ferite lievi.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche