Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Napoli, 49enne uccide il fratello a coltellate: arrestato
Cronaca

Napoli, 49enne uccide il fratello a coltellate: arrestato

uomo uccide fratello

L'uomo è stato messo in manette dopo l'allarme lanciato dalla moglie della vittima. I carabinieri indagano sul movente dell'omicidio.

Il terribile accaduto ha avuto luogo nella notte di lunedì 27 maggio 2019. Un uomo di 49 anni ha ucciso il fratello minore colpendolo ripetutamente al torace con un coltello. La vittima, un meccanico di 45 anni di nome Antonio Capuozzo, ha riportato almeno 20 ferite da fendenti al petto, come riferisce il medico legale che ha analizzato il cadavere. In seguito al sanguinario assassinio, la moglie della vittima ha contattato disperata i soccorsi e le forze dell’ordine, che, sopraggiunte sul posto, hanno disposto l’arresto del fratello maggiore del 45enne. Anche l’assassino avrebbe subito una lesione cranica, provocata probabilmente da un bastone di ferro con il quale l’uomo ucciso avrebbe tentato di difendersi dalla furia omicida del fratello. I medici dell’ospedale di Pozzuoli, dove è stato portato l’assassino, avrebbero medicato la ferita e dimesso l’uomo con una prognosi di 8 giorni.

Il fratricidio

I carabinieri hanno effettuato sulla scena del crimine i debiti rilievi per ricostruire le dinamiche dell’omicidio e capirne il movente (verosimilmente un dissidio di natura economica).

L’assassinio, perpetrato da un autista di bus turistici, è avvenuto in via Sconditi, a Marano, in provincia del capoluogo campano. Gli agenti hanno ritrovato l’arma del delitto, un coltello a serramanico con lama di circa 10 centimetri, e ne hanno disposto il sequestro. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118, per il 45enne non c’è stato nulla da fare: è morto immerso in una pozza di sangue. L’uomo in manette è stato condotto in carcere, mentre la salma del fratello è stata trasportata al Secondo Policlinico di Napoli per l’autopsia.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche