Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Torna in classe la prof sospesa, per “insegnare ai ragazzi a pensare”
Cronaca

Torna in classe la prof sospesa, per “insegnare ai ragazzi a pensare”

prof Rosa Maria Dell'Aria

Applausi e mazzi di fiore per Rosa Maria Dell’Aria. La professoressa di Palermo torna a scuola ma solo perché ha scontato per intero la sospensione.

“Ritorno perché oggi è finita la sospensione e lo faccio con gioia” dichiara Rosa Maria Dell’Aria ai giornalisti presenti davanti al’istituto tecnico “Vittorio Emanuele III” di Palermo. Dopo due settimane di sospensione la professoressa torna infatti in aula e a fare lezione ma il figlio, l’avvocato Alessandro Luna, ha già annunciato ricorso al Tribunale del lavoro.

Il ritorno della prof

La docente infatti era stata punita perché considerata responsabile di non aver controllato un lavoro svolto dagli studenti, i quali hanno accostato le leggi razziali al decreto Sicurezza. Matteo Salvini, assieme al ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, auspicava una soluzione a seguito delle tante polemiche sollevate dal caso ma Rosa Maria Dell’Aria aveva subito chiarito che pretendeva invece “una dichiarazione ufficiale nella quale si dice che non ha alcuna colpa“.

Davanti alla scuola, come riporta Il Giornale di Sicilia, l’insegnante si limita ad assicurare che torna “per insegnare ai ragazzi a pensare, ad essere onesti, rispettosi delle istituzioni delle leggi.

– aggiungendo – Ma anche a non essere indifferenti e a prendersi cura dell’altro. E dirò loro di continuare il nostro lavoro, e di riflettere ed essere consapevoli di ciò che accade attorno a noi”.

La sospensione

La professoressa è stata accolta da colleghi e alunni con entusiasmo e mazzi di fiori. Il vice preside Giuseppe Castrogiovanni ha precisato invece che la scuola ha “avviato contatti col ministero e l’ufficio scolastico per trovare una soluzione e annullare gli effetti di un provvedimento apparso ingiusto e sproporzionato a tutt’Italia”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche