×

Rissa a Cadice, il padre di Emilio: “Mio figlio non è un violento”

"Chiedo scusa ai genitori, penso alla mamma del ragazzo ferito". Il padre di Emilio Di Puorto svela la sua preoccupazione non solo per il figlio.

rissa a Cadice

“Mio figlio non è un violento” assicura il padre di Emilio Di Puorto, l’italiano fermato a Cadice (Spagna) insieme ad altri tre amici dopo una rissa in discoteca. Il 29enne napoletano è l’unico per cui il giudice ha convalidato il fermo, ed attualmente si trova nel carcere di Puerto II.

In particolare ad incriminare il ragazzo è un video diffuso sul web, nel quale si vede Di Puorto sferrare un violento calcio in faccia ad un 30enne spagnolo.

“Gli tirerei le orecchie”

Le condizioni della vittima rimangono gravi. Emilio Di Puorto attualmente è accusato di lesioni ma si teme che il capo d’imputazione si trasformi in tentato omicidio. Uno dei tre amici del 29enne, Dario Bordoni, ha spiegato che sono stati loro i primi a venire aggrediti.

“Ci stanno trattando da criminali, ma le cose non sono andate così, si è trattato di una rissa, ma non solo di quello che si vede nel video” ha raccontato.

“Cosa puoi dire a un figlio? Mi chiede una cosa a cui non so rispondere. Da una parte gli tirerei le orecchie, perché non è da lui fare quelle cose. Dall’altra vorrei tenerlo un po’ vicino” risponde Pasquale Di Puorto, il padre di Emilio ai microfoni di Fanpage.it.

“Chiedo scusa alla famiglia del ragazzo ferito”

Nel video si vede lo spagnolo cadere a terra dopo essere colpito con un pugno. Poi il calcio in faccia. A tirargli il pugno, confessa, è stato Dario ma solo perché il 30enne iberico stava “picchiando” un suo amico, dice. “Poi non so cosa sia preso ad Emilio, sul momento non mi ero nemmeno reso conto di quanto fosse forte il calcio che gli ha tirato in faccia” sottolinea.

I genitori di Emilio infatti non sono preoccupati solo per il figlio: “Chiedo scusa ai genitori e spero che il ragazzo si riprenda al più presto. Anche se non lo conosco è un figlio di famiglia, mia moglie sta male, penso alla mamma di quel ragazzo come può stare” precisa.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora