Legionella, a Cagliari una commercialista muore di polmonite
Cronaca

Legionella, a Cagliari una commercialista muore di polmonite

ospedale brotzu

Una polmonite causata dalla legionella è stata fatale per una commercialista di 62 anni di Cagliari, morta dopo essere stata ricoverata in ospedale.

Una commercialista è morta a Cagliari dopo aver contratto la legionellosi. Febbre e debolezza causate dalla polmonite sono state letali per la donna di 62 anni. Secondo quanto è riportato sull’Unione Sarda, Simona Caddeo era stata ricoverata all’ospedale Brotzu di Cagliari, dopo aver avvertito i sintomi della malattia al ritorno di un viaggio a Varese.

La morte per polmonite

Dieci giorni prima di morire, Simona Caddeo, commercialista di 62 anni, si era recata a Varese per fare visita a un parente. Aveva alloggiato in un albergo e si era quasi subito sentita più affaticata e debole del solito. Pensando che non fosse niente di grave e essendosi sentita un po’ meglio, aveva deciso di tornare a lavorare. I sintomi però si sono di nuovo manifestati al lavoro: le è salita anche la febbre. Così il 24 maggio 2019 è andata a farsi visitare al pronto soccorso dell’ospedale Brotzu di Cagliari, la sua città. E’ stato accertato dai medici che la donna aveva contratto la legionellosi, una gravissima infezione causata da un batterio chiamato Legionella che colpisce l’apparato respiratorio.

E’ stata ricoverata nel reparto di Medicina dell’ospedale e ha iniziato la terapia. Il suo stato di salute però è peggiorato di colpo: è stato dunque necessario portarla nel reparto di Rianimazione. La donna non è riuscita a salvarsi ed è morta 3 giorni dopo essere stata ricoverata, il 27 maggio 2019. I tanti amici e parenti della donna, che non era sposata, le hanno dato l’ultimo saluto il giorno seguente alle 15,30, nella chiesa della Santissima Annunziata nel corso Vittorio Emanuele a Cagliari, dove si è tenuto il funerale. La legionellosi si propaga per inalazione d’acqua o goccioline contaminate, anche attraverso impianti di umidificazione o di climatizzazione dell’aria. E’ probabile che vengano condotti dei controlli sanitari negli ambienti frequentati dalla donna negli ultimi giorni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesca Sofia Cocco
Nata a Cagliari nel 2000, si è diplomata al liceo classico con 100 e lode e frequenta l'Università Bocconi di Milano. Nel 2015 ha iniziato a collaborare con l'Unione Sarda, per cui scrive articoli di cronaca, cultura, spettacolo e opinione. Ha partecipato come inviata in sala stampa per Radio Bocconi al Festival della canzone italiana di Sanremo 2019.