> > Ostia, pugnala 19enne che fa un apprezzamento su sua figlia

Ostia, pugnala 19enne che fa un apprezzamento su sua figlia

ragazzo accoltellato

L'aggressore, un uomo con precedenti, è stato fermato insieme ad altre tre persone dai carabinieri.

L’episodio è avvenuto alla fermata dell’autobus in piazzale della Stazione Lido nel pomeriggio di martedì 28 maggio 2019.

Un giovane di 19 anni è stato accoltellato dopo avere fatto un apprezzamento su una ragazza che stava aspettando il bus. Il responsabile sarebbe proprio il padre della giovane che, infastidito dal commento, si sarebbe scagliato contro il 19enne ferendolo all’addome con un coltello. Il ragazzo, di origini egiziane, è stato immediatamente soccorso dal personale medico ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Grassi di Ostia, dove si trova in fin di vita.

A rimanere ferito nell’aggressione è stato anche un amico della vittima, suo concittadino, che sarebbe tuttavia fuori pericolo. I carabinieri hanno fermato quattro persone, tra cui il padre della ragazza.

La vicenda

Il 19enne si trovava alla stazione degli autobus con un amico, quando avrebbe visto passargli accanto una ragazza a cui avrebbe rivolto un apprezzamento. La 15enne, però, non era da sola: insieme a lei ci sarebbe stato il padre, che, infuriatosi per il commento, avrebbe iniziato a inveire contro il giovane.

La lite sarebbe degenerata e, a un certo punto, l’uomo avrebbe estratto dalla tasca un coltello con cui avrebbe infilzato il torace del ragazzo e ferito l’amico, che avrebbe tentato di proteggere il 19enne.

A dare l’allarme sono stati i testimoni della scena. Sul posto sono intervenuti tempestivamente i sanitari del 118, che hanno provveduto a trasportare in ospedale la vittima dell’accoltellamento. Il ragazzo si trova nel reparto di Terapia intensiva e sarebbe in pericolo di vita.

Sulla scena del crimine si sono precipitate anche le forze dell’ordine, che hanno effettuato i rilievi scientifici necessari alla ricostruzione del caso. Il responsabile dell’aggressione è stato arrestato. Stando a quanto comunicato dagli inquirenti, si tratterebbe di un uomo con precedenti penali per reati di spaccio e rapina.