×

Nave Venezia, parla una testimone: “Pensavo mi entrasse in casa”

L'avvicinarsi della nave ha spaventato molti abitanti della Giudecca e di Dorsoduro, sestieri che si affacciano direttamente sul Canal Grande.

venezia-nave

Dopo l’incidente della nave Msc Opera il 2 giugno 2019 sarà una giornata che i cittadini veneziani non dimenticheranno facilmente. Come dimostrano le parole di alcuni testimoni raccolte sul luogo dell’impatto, per i residenti della zona sono stati attimi di terrore al pari di quelli vissuti dai passeggeri dell’imbarcazione.

La nave della compagnia Msc Crociere ha infatti perso il controllo mentre veniva rimorchiata, finendo pericolosamente a ridosso delle abitazioni circostanti.

Le parole di una residente

L’avvicinarsi della nave ha spaventato molti abitanti dei sestieri della Giudecca e di Dorsoduro. Questi sestieri (le suddivisioni storiche di Venezia) si affacciano infatti direttamente sul Canal Grande, dove transitano abitualmente le grandi navi da crociera. Intervistata dai giornalisti, una donna del luogo ha commentato: “Vedevo questa punta avvicinarsi e ho pensavo che arrivasse fino a casa mia, dico la verità.

Ero nella mia terrazza, al quarto piano e vedo benissimo il canale della Giudecca – prosegue – quando ho visto la punta della nave che si stava avvicinando verso di noi sembrava venisse fin qui, infatti si è incuneata nella banchina. C’era un rumore assordante, tutti i clacson che suonavano. Si può dire che è andata ben”.

L’incidente visto dalla Giudecca

Dalla riva opposta del Canal Grande arrivano invece le parole di Andrea de Nadai, che ai microfoni del quotidiano Il Gazzettino racconta la sua testimonianza: “Alle 8 e 20 abbiamo sentito la nave che ha iniziato a suonare in modo allarmante.

Dopodiché hanno sganciato l’ancora e la nave ha iniziato a curvare e ad accelerare verso San Basilio finché è andata a sbattere contro l’imbarcazione che era li ormeggiata. Spero che questo sia l’ultimo campanello di allarme per dire che Venezia non può correre un rischio del genere solo in nome del guadagno.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora