×

Migranti sbarcano a Pozzallo, Salvini: “Andranno in strutture Cei”

Mattarella alla Marina militare: "Le operazioni di salvataggio di vite umane danno prestigio al nostro Paese".

Migranti sbarcano a Pozzallo
Migranti sbarcano a Pozzallo

Sono sbarcati a Pozzallo i 62 migranti soccorsi da un rimorchiatore nella zona Sar maltese dopo essere stati avvistati da un aereo di Pilotes Volontaries e da altri veicoli europei nel pomeriggio di mercoledì 5 giugno. La Asso 25, nave commerciale utilizzata come appoggio alle piattaforme petrolifere nel Mediterraneo, è attraccata nel porto siciliano con il consenso di Matteo Salvini.

Ma il ministro dell’Interno non ha rinunciato a ribadire la linea dei porti chiusi e dello stop agli sbarchi che, ha riferito, “si sono ridotti del 90%. I pochi che riescono ad arrivare, per esempio quelli di oggi, saranno accolti a spese del Vaticano. Ognuno fa la sua parte”.

Migranti accolti dalla Dei

I 62 naufraghi saranno dunque destinati alle strutture della Cei, riferisce Repubblica. La Conferenza Episcopale Italiana ha dato la propria disponibilità, così come avvenuto la settimana precedente con i migranti fatti sbarcare a Genova da una nave della Marina italiana.

L’accoglienza avverrà solo dopo il termine dei controlli e delle procedure di identificazione presso l’hotspot di Pozzallo. Il sindaco del Comune siciliano, Roberto Ammatuna, ha commentato: “Il nostro porto non è mai stato chiuso, così come quelli del resto dell’Italia. Questo semplicemente perché i porti non si possono chiudere“.

Le parole di Mattarella

Nelle stesse ore il presidente Sergio Mattarella ha incontrato una rappresentanza della Marina militare italiana.

Il capo dello Stato ha ricordato che l’azione dei militari nel Mediterraneo è “fondamentale” e “garantisce la sicurezza del nostro Paese, dei suoi mari e delle sue coste sotto ogni profilo”. Tra i compiti della Marina c’è anche “il salvataggio di vite umane – in questi anni con molta intensità – che ha reso prestigio al nostro Paese”.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora