Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Milano, incidente sul lavoro all’aeroporto di Malpensa: muore 49enne
Cronaca

Milano, incidente sul lavoro all’aeroporto di Malpensa: muore 49enne

morto sul lavoro Malpensa

Un muletto si sarebbe ribaltato finendo addosso ad un operaio del terminal 2 dell'aeroporto di Malpensa, rimanendo così schiacciato dal mezzo.

Tragedia all’aeroporto di Milano Malpensa. Un operaio di 49 anni è infatti morto sul lavoro presso il terminal 2 dello scalo. Sembra che l’uomo sia rimasto schiacciato dal muletto che stava manovrando, all’interno di un magazzino. Inutili i tentativi di soccorso e l’intervento dell’eliambulanza. Il lavoratore è deceduto sul colpo.

La tragedia

Ennesimo drammatico incidente sul lavoro, stavolta all’aeroporto di Malpensa. La tragedia è accaduta alle prime luci dell’alba di mercoledì 12 giugno 2019, presso il terminal 2 dello scalo milanese. Stando alle prime informazioni attorno alle ore 6:45 un operaio di 49 anni sarebbe rimasto schiacciato da un mezzo mentre venivano eseguite alcune operazioni di manovra.

I dettagli dell’accaduto non sono ancora noti e neanche l’esatta dinamica dell’incidente. In base ad alcune ricostruzioni l’operaio era al lavoro presso un magazzino manovrando un muletto, che si sarebbe ribaltato non lasciando scampo al 49enne.

Soccorsi inutili

I colleghi hanno immediatamente allertato i soccorsi ed in pochi minuti sul posto è giunto il personale medico di un’ambulanza.

Allertato anche l’elisoccorso di Como ma purtroppo per il lavoratore non c’è stato niente da fare. Nonostante i tentativi di rianimazione, alla fine i medici si sono dovuti rassegnare e decretare il decesso dell’operaio, morto praticamente sul colpo.

Al terminal 2 di Malpensa sono intervenuti quindi anche i carabinieri e i tecnici dell’Ats (Agenzia di Tutela della Salute), competente quest’ultima in materia di infortuni sul lavoro: sarà loro compito effettuare tutti i rilievi necessari per individuare le eventuali responsabilità di questa morte.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche