Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Bocciato in seconda media: padre picchia il figlio, ferita la madre
Cronaca

Bocciato in seconda media: padre picchia il figlio, ferita la madre

violenza padre picchia figlio

Va su tutte le furie dopo aver scoperto che il figlio 13enne è stato bocciato alle medie. La madre cerca di intervenire ma viene colpita anche lei.

Sono ancora poco chiari i contorni della vicenda che ha visto madre e figlio 13enne accompagnati in ospedale, dopo l’allarme fatto scattare da alcuni vicini di casa. In base alle prime ricostruzioni riportate dai media locali, nel vicentino un padre quarantenne avrebbe picchiato il bambino e colpito la moglie dopo aver saputo della bocciatura del figlio.

La bocciatura

La violenza sarebbe avvenuta in casa, lungo la Riviera Berica (Vicenza). Probabilmente l’uomo non credeva che il figlio andasse così male a scuola, tanto da dover addirittura ripetere la seconda media. Così quando il 40enne ha saputo della bocciatura sarebbe andato su tutte le furie.

Sembra infatti che l’uomo abbia cominciato a picchiare il 13enne, che si sarebbe messo a piangere ed urlare in maniera disperata. La madre, che quando è scattata la furia del marito pare si trovasse in un’altra stanza, a quel punto è subito accorsa. La donna avrebbe tentato di calmare l’uomo, senza però riuscirci.

Nel tentativo di difendere il figlio, avrebbe quindi ricevuto anche lei dei colpi.

L’aiuto dei vicini

I vicini di casa, udendo pianti e rumori, si sarebbero quindi allarmati decidendo di avvertire le autorità. Madre e figlio sono stati quindi accompagnati in ospedale ma nessuno dei due pare abbia riportato ferite gravi. Non è ancora chiaro se contro l’uomo siano stati presi dei provvedimenti e neppure se questo sia stato un episodio isolato.


© Riproduzione riservata

1 Commento su Bocciato in seconda media: padre picchia il figlio, ferita la madre

  1. Gentaglia come questo non puo definirsi “padre”. Per qualsiasi altre cose ti chiedono di fare un esame o una patente, ma per fare il padre lo fanno fare aqualsiasi stronzo senza chiedere se possiede i reperti e le capacita necessarie di farlo. questo n on merita die essere titolato da padre.-

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche