×

Cade dall’albero che sta potando: muore assessore nel comasco

Sarebbe diventato assessore nel prossimo consiglio comunale Giuliano Gestra, morto lunedì a seguito di una caduta da un albero che stava potando.

giuliano-gestra

Nella sua Stazzona Giuliano Gestra era amato e benvoluto da tutti. Proprio per questo suo legame con la gente, che lo avevo portato ad essere rieletto con un gran numero di preferenze alle ultime elezioni, il 48enne consigliere comunale sarebbe dovuto diventare assessore nella prossima seduta del consiglio. Ma il destino ha deciso di portarselo via nella giornata di lunedì 10 giugno, mentre eseguiva alcuni lavori di manutenzione nel paese dove viveva.

La dinamica dell’incidente

Al momento dell’incidente Gestra stava infatti effettuando dei lavori di potatura su di un cipresso lungo la strada che collega la chiesa parrocchiale al cimitero cittadino. Lavori che avrebbe dovuto svolgere un’impresa chiamata dal Comune, ma che a causa del maltempo erano stati continuamente rimandati. È stato così che Gestra, per il bene della sua comunità, ha deciso di agire di sua iniziativa facendosi carico lui stesso della potatura del cipresso.

Nonostante fosse assicurato all’albero con una corda, ad un certo punto l’uomo ha però perso l’equilibrio precipitando da 8 metri di altezza.

Al momento i Carabinieri della compagnia di Menaggio stanno esaminando i rilievi eseguiti sul posto incentrandosi principalmente su due ipotesi: un taglio accidentale del ramo a cui era fissata la corda o una rottura della corda stessa, che ha comportato la rovinosa caduta di Gestra.

Il personale del 118 giunto sul posto in elisoccorso ha provveduto a trasportare immediatamente l’uomo al pronto soccorso di Gravedona, dove però è deceduto poco dopo il suo arrivo.

Il cordoglio delle istituzioni

Padre di tre figli e titolare di un’impresa di falegnameria, Gestra è ricordato da tutti come un uomo volenteroso e sempre disponibile a dare una mano al prossimo. Tra i numerosi progetti che negli anni aveva ideato c’era ad esempio quello di un parco avventura costruito nel comune di Germasino.

Tra i primi a manifestare le proprie condoglianze c’è stata la Pro Loco del comune di Stazzona, che tramite un post su Facebook ha dichiarato: “Da questa mattina, a Stazzona, ci si alza tutti un po’ più soli! La Pro Loco fa le più sentite condoglianze ai familiari e parenti di Giuliano.

Persona squisita che si è sempre resa disponibile per la nostra comunità. E sempre nel silenzio. Senza mai criticare. Ci stringiamo attorno ai suoi figli. Sempre educati e disponibili. E per essere così da qualcuno avranno “preso”

Anche dalle istituzioni lombarde sono arrivati in questi giorni messaggi di cordoglio per la morte del futuro assessore, come quello del Presidente della provincia di Como Fiorenzo Bongiasca che lo ricorda con queste parole: “È una tragedia che tocca tutti, non ci sono parole. Giuliano si è sempre impegnato per la sua comunità, con il ruolo nell’amministrazione e in tante altre attività”.

Un pensiero infine anche da parte del Governatore della Lombardia Attilio Fontana: “Un destino crudele l’ha strappato all’affetto dei suoi cari mentre, con grande spirito di abnegazione e attaccamento alla sua terra, stava cercando di dare un contributo concreto per migliorare e rendere più sicura la quotidianità dei suoi compaesani”.


Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Caricamento...

Leggi anche