×

Anzio, corrente spinge al largo 30 bagnanti: catena umana per salvarli

Nello stabilimento balneare Rivazzurra ad Anzio alcuni bagnanti sono stati messi in salvo, dopo essere stati spinti al largo dalla forte corrente.

anzio annegamento

La corrente del mare era troppo forte e hanno quasi rischiato di annegare. Nello stabilimento balneare Rivazzurra di Anzio c’è stato un attimo di paura quando le persone entrate in acqua a fare il bagno sono state spinte al largo e non riuscivano a tornare alla spiaggia. Una lunga catena umana dei bagnanti a riva li ha tratti in salvo.

L’arrivo dei soccorsi

Sul litorale di Anzio, vicino Roma, verso le 17 di sabato 15 giugno è scattato l’allarme. Secondo quanto ha riportato Il Messaggero, allo stabilimento balneare Rivazzurra nei pressi delle Grotte di Nerone sono stati trascinati al largo, a circa 200 metri dalla costa, tre ragazzi che stavano facendo il bagno. I bagnini della spiaggia libera accanto allo stabilimento hanno tentato di salvare i giovani.

In seguito sono entrate in acqua anche circa altre 15 persone allarmate. Tutti sono stati messi in difficoltà dalla fortissima corrente e dallo stato del mare, piuttosto mosso. Così circa 30 bagnanti hanno formato una lunga catena umana e utilizzando una fune ancorata a riva sono riusciti a farli arrivare alla spiaggia. I gestori dello stabilimento Rivazzurra di Anzio hanno ringraziato tutti coloro che hanno contribuito al salvataggio. Prima hanno citato i bagnini della spiaggia libera e il signor Melito, un rappresentante della Guardia di Finanza che non era in servizio e che si è occupato del coordinamento delle operazioni effettuate con mezzi e il persone dello stabilimento per portare a riva i bagnanti. In seguito il ringraziamento è arrivato anche per tutti coloro che si trovavano in spiaggia e sono intervenuti nelle manovre di salvataggio.

Sul posto sono intervenute la polizia, la Guardia di Finanza, i carabinieri, i vigili del fuoco e gli agenti della polizia locale con gommoni e motoscafi. E’ arrivato anche un elicottero dei vigili del fuoco per accertarsi che non ci fossero altri dispersi.

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Francesca Sofia Cocco

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.

Caricamento...

Leggi anche