×

Lucca, prende un antidolorifico e muore

Non c'è stato nulla da fare per l'operaio 51enne. La tragedia davanti a moglie e figli.

morto antidolorifico

Tragedia nel lucchese, dove un uomo di 51 anni, un operaio, è morto dopo aver preso un antidolorifico. Il dramma si è consumato nel giro di pochissimi istanti, di fronte agli occhi increduli della compagna, che nulla ha potuto per evitare il peggio. In casa anche i tre figlioletti della coppia. A causare la morte dell’uomo uno choc anafilattico dovuta ad una reazione a seguito dell’iniezione.

Una reazione allergica

Il 51enne era originario di Bagni di Lucca, ma viveva a Vitiana, nella provincia, insieme alla famiglia. A stroncarlo sarebbe stata una reazione allergica al farmaco. L’uomo infatti soffriva di sciatalgia, motivo per il quale aveva scelto di prendere un antidolorifico per placare un pò il dolore. Poco dopo l’iniezione, però, è avvenuto il dramma.

L’uomo è andato in choc anafilattico, probabilmente a causa di una reazione allergica, e per lui non c’è stato nulla da fare.

Abuso di antidolorifici

Proprio come per l’operaio lucchese, gli antidolorifici hanno portato alla morte anche una 42enne inglese. La donna infatti era fortemente infastidita da un brutto mal di schiena, motivo per il quale aveva scelto di prendere un antidolorifico, non prima di essersi rivolta al suo medico. Notando però scarsi risultati, la donna aveva scelto di assumerne altri, arrivando a ingerire ben 4 farmaci differenti. Il mix si è rivelato fatale per la donna che si è quindi suicidata accidentalmente. A confermare la tesi del mix letale ci ha pensato l’autopsia: gli accertamenti hanno infatti individuato tracce di tramadolo, diazepam e morfina.


Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Caricamento...

Leggi anche