Padova, padre e figlia muoiono a meno di 24 ore di distanza
Cronaca

Padova, padre e figlia muoiono a meno di 24 ore di distanza

Padova, morti padre e figlia
Padova, morti padre e figlia

Il 79enne Granfranco Rizzo si è spento per un ictus, seguito dalla figlia Maurizia, 51 anni, vinta da una lunga malattia.

Doppio lutto a Urbana, in provincia di Padova. L’intero paese si stringe intorno alla famiglia Rizzo, che in meno di 24 ore ha perso due componenti. Il primo ad andarsene è stato Granfranco, 79 anni, noto nella comunità locale per aver ricoperto il ruolo di presidente della ProLoco e per aver fatto parte del consiglio comunale. Era la mattina di venerdì 7 giugno quando l’uomo è stato portato d’urgenza all’ospedale di Schiavonia a causa di un ictus, si apprende da Il Messaggero. Il 79enne non è riuscito a riprendersi dal malore improvviso ed è deceduto una settimana dopo, tra le mura del nosocomio. Poco dopo di lui se n’è andata anche la figlia Manuela, morta a 51 anni dopo aver perso la sua lunga battaglia contro la malattia.

La cerimonia funebre per padre e figlia si terrà lunedì 17 giugno, informa Il Mattino di Padova. A rendere omaggio a Gianfranco e Manuela ci saranno la moglie Luciana e gli altri tre figli, Stefania, Maurizio e Mirca.

Venezia, padre e figlia morti in un incidente

Padre e figlia hanno perso la vita insieme anche nella località Montiron a Tessera, in provincia di Venezia.

Si apprende da Fanpage che il 35enne e la figlia di 13 anni sono stati coinvolti in un grave incidente, sabato 15 giugno, a bordo della loro Volkswagen Touran. L’auto ha invaso la corsia opposta e si è incastrata sotto un autobus extraurbano, uccidendo le due vittime sul colpo. A bordo del veicolo si trovavano altre quattro persone, tutti membri di una famiglia di origine moldava ma residente a Milano. La madre e i tre figli, tutti minori, sono stati feriti gravemente e ricoverati in codice rosso. Le condizioni più preoccupanti sarebbero quelle di un bambino di soli 4 mesi. I fratelli di 7 e 14 anni sono stati trasferiti rispettivamente agli ospedali di Treviso e di Mestre. Illese, invece, le persone a bordo del bus.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.