> > Andrea Camilleri e il mistero della "ferita sul polso sinistro"

Andrea Camilleri e il mistero della "ferita sul polso sinistro"

Andrea Camilleri

"Mi è venuta la voglia non di capire, perché sarà assai difficile capirla, ma di intuire cosa possa essere l'eternità" diceva Andrea Camilleri.

Andrea Camilleri, dopo l’arresto cardiocircolatorio, rimane grave in ospedale. Leggo.it riferisce di un episodio che sarebbe avvenuto il 4 dicembre 2018, quando un’ambulanza intervenne nella casa dello scrittore. Il 93enne pare avesse “una seria ferita sul polso sinistro”.

La voglia di eternità

Rimangono critiche le condizioni di salute di Andrea Camilleri, il padre letterario del commissario Montalbano ricoverato presso l’ospedale Santo Spirito in Sassia di Roma. Lo scrittore 93enne ha avuto un arresto cardiocircolatorio e, dopo essere stato rianimato, è stato ricoverato “con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico”, come da bollettino emesso nella serata di lunedì 17 giugno 2019.

Tanti i messaggi di affetto, anche attraverso i social. “So che hai detto più volte che non hai paura di morire. So anche che non ti si può chiedere di essere immortale. Quello che auspico è solo che ci dedichi un altro po’ del tuo tempo. Decidi tu quanto. Non voglio approfittare della tua disponibilità” l’attore Peppino Mazzotta.

Circa un anno fa Andrea Camilleri, in occasione dell’evento “Conversazione su Tiresia”, aveva infatti ammesso: “A 93 anni, dopo aver scritto oltre cento libri, creato situazioni di continuo, personaggi, aver fatto il regista di teatro, di televisione, di radio, ecc… in questo silenzio che si sta creando dentro di me, mi è venuta la voglia non di capire, perché sarà assai difficile capirla, ma di intuire cosa possa essere l’eternità“.

Il mistero del 4 dicembre 2018

In queste ore di apprensione, c’è chi ricorda anche uno strano episodio che sarebbe avvenuto alla fine del 2018. Marco Castoro e Davide Desario su leggo.it raccontano infatti come il 4 dicembre scorso un’ambulanza accorse presso l’abitazione di Camilleri, in zona Prati.

In base a quanto raccontato, i medici trovarono lo scrittore con “una seria ferita sul polso sinistro inferta da una lametta che ha tagliato profondamente”, come riportato sul quotidiano. “Montalbano finisce quando finisco io. La sua fine l’ho già scritta 13 anni fa. Ma Montalbano è un personaggio letterario…” amava ripetere d’altronde più volte lo scrittore.