×

Catania, arrestati 31 membri del clan mafioso Cintorino

Blitz della guardia di finanza di Catania. 31 persone del clan mafioso Cintorino arrestate. Beni sequestrati per un ammontare complessivo di 1 milione

mafia arresti

Associazione mafiosa, estorsioni, usura, trasferimento fraudolento di valori e narcotraffico. Si apre così la giornata di martedì 18 giugno 2019 a Catania, nella bella isola di Sicilia: sono infatti scattati 31 mandati d’arresto del clan di Cintorino, legato alla cosca mafiosa Cappello e attivo nel Messinese tra Giardini Naxos e nella città di Taormina. Sono in totale 31 gli indagati, intercettati e bloccati subito in seguito a un blitz organizzato dalla guarda di finanza di Catania con circa 200 uomini.

I beni sequestrati

Il sequestro in atto riguarda un patrimonio di beni che sembrano senz’altro appartenere al gruppo Cappello-Cintorino e alla famiglia Santapaola-Ercolano per un ammontare complessivo di un milione di euro. Sotto sequestro beni differenti e di diversi settori, da quello edile a quello balneare: una società di noleggio di acquascooter, un bar e un lido balneare di Giardini Naxos e una ditta che opera nel settore dei lavori edili.

Il clan si arricchiva principalmente grazie ai turisti o meglio grazie alle attività ludiche quali escursioni organizzate con le barche da diporto nel tratto di mare vicino Isola Bella di Taormina.

Un business che rappresentava insomma la fonte economica più redditizia per il clan mafioso. Al momento la guardia di finanza in collaborazione con il Servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata e con il Reparto aeronavale di Palermo stanno eseguendo l’ordinanza emessa dal G.I.P del Tribunale etneo: tra le 31 persone in stato di fermo, 5 sono ai domiciliari e gli altri 26 dietro le sbarre.

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Giorgia Giuliano

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche