×

Milano, nomadi beccate a rubare tornano libere: sono incinte

Tentano di svaligiare un appartamento, vengono beccate ma per le due donne nessuna conseguenza.

Domenica 16 Giugno 2019 attorno alle ore 13, nella zona di Corso Sempione a Milano, due donne sono state colte in flagrante nel tentativo di svaligiare un appartamento. Le due, sono state successivamente rilasciate a causa di un motivo davvero particolare: Sono entrambe incinte.

La dinamica

Domenica in tarda mattinata, i condomini dello stabile hanno sentito rumori che non lasciavano dubbi. Qualcuno stava cercando di forzare una serratura. Prontamente si sono preoccupati di avvertire le forze dell’ordine che tempestivamente sono giunte sul posto. Una volta sul posto gli agenti delle questura di Milano, hanno colto le due ladre sul fatto, stavano tentando di forzare l’ingresso di un appartamento. Come ulteriore prova della loro colpevolezza, gli agenti hanno ritrovato un cacciavite abbandonato nel cortile interno dello stabile.

Le due donne di orgine croata avevano cercato di sbarazzarsene, senza tuttavia riuscirci.

Carcere solo sfiorato

La cosa più assurda in tutta la vicenda è che una volta accompagnate in questura, dopo gli accertamenti, gli agenti hanno identificato le donne come pluripregiudicate per reati del medesimo genere. Dopo numerosi controlli infatti, sono emersi tutti i precedenti delle due donne, entrambe 30enni, ma tutto ciò non è stato sufficiente. In evidente stato di gravidanza, le straniere hanno infatti evitato il carcere tornando subito in libertà con una semplice denuncia per tentato furto e violazione di domicilio.

Su una delle due donne, incinta di otto mesi, pendeva e pende tuttora, una pena cumulativa pari a 22 anni di reclusione.

Nato a Milano, classe 1995, è laureando in Scienze Sociali per la globalizzazione. Oltre che con Notizie.it ha collaborato con TMS.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Marco Bruto

Nato a Milano, classe 1995, è laureando in Scienze Sociali per la globalizzazione. Oltre che con Notizie.it ha collaborato con TMS.

Caricamento...

Leggi anche