Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Milano, chiude in casa la compagna e la massacra di botte: arrestato
Cronaca

Milano, chiude in casa la compagna e la massacra di botte: arrestato

carabinieri
carabinieri

L'uomo aveva già dei precedenti per maltrattamenti e stava scontando i domiciliari per aver picchiato l'ex compagna nel 2012.

La donna protagonista di questa storia ha vissuto un incubo. Il padre del suo bambino di otto mesi era stato allontanato dalla famiglia per la sua violenza. Infatti, un provvedimento del Tribunale gli impediva di contattare l’ex compagna e di vedere il piccolo. Nonostante le restrizioni, però, la madre ha deciso di tornare da lui in quanto preoccupata per la sua salute. I due sono tornati a frequentarsi dandosi un’altra possibilità, ma l’uomo non è mai cambiato e ha ricominciato le violenze contro la donna.

Un rapporto violento

L’uomo è un 47enne italiano con precedenti per droga, furti e rapina. Era stato arrestato dalla IV sezione della Squadra Mobile, guidata dal dirigente Achille Perrone, con le accuse di lesioni gravi, sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia nei confronti di una donna di 44 anni, la sua compagna. Il primo incontro della coppia è avvenuto a Comasina, ma le loro strade si erano presto divise.

Infatti, entrambi hanno avuto figli in altre relazioni, ma si erano ritrovati dopo un anno per una seconda possibilità. Dalla loro storia è nato un bimbo, che ora ha 8 mesi. Lo scorso luglio sono iniziati i maltrattamenti ai danni della compagna e a ottobre è arrivata l’ordinanza del tribunale. Tuttavia, la donna ha deciso di riavvicinarsi all’ex, che stava vivendo una situazione difficile per la sua salute. L’episodio più grave risale allo scorso maggio.

L’ultima violenza

Secondo una ricostruzione della Squadra Mobile la donna sarebbe rimasta chiusa in casa senza cellulare e senza chiavi mentre l’uomo la massacrava di botte. La sua salvezza è stata la figlia di 13 anni che è tornata a cercarla e ha lanciato i soccorsi. La 44enne è stata ricoverata all’ospedale con una prognosi di 40 giorni e ha rilasciata un’altra denuncia agli agenti. Infine, i poliziotti hanno ottenuto per l’uomo la custodia cautelare, che dal 2012 sta già scontando i domiciliare per una vecchia violenza.

Anche in quell’occasione l’uomo aveva picchiato e maltrattato la sua compagna.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Classe '98, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Da sempre curiosa e attenta ai fatti di attualità, spera di costruirsi (in futuro) un nome nel giornalismo politico. L'ambizione è quella di lavorare nelle istituzioni europee, ma per ora prosegue gli studi di Comunicazione e Società all'Università di Milano.
Contatti: Mail