Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Trapani, blitz per colpire i complici di Messina Denaro: 19 indagati
Cronaca

Trapani, blitz per colpire i complici di Messina Denaro: 19 indagati

Blitz Messina Denaro
Blitz Messina Denaro

Tra gli indagati anche professionisti e commercianti. Secondo gli agenti "a Castelvetrano si nasconde la chiave per risolvere l'enigma".

La polizia di Stato di Trapani ha eseguito diverse perquisizioni volte a colpire i fiancheggiatori del super latitante di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro. Il blitz ha colpito una serie di presunti complici del boss tra Castelvetrano, Mazara del Vallo, Campobello di Mazara e Partanna. L’operazione ha coinvolto oltre 130 agenti del Servizio Centrale Operativo di Roma e delle squadre mobili di Palermo e Trapani, oltre al personale della Dda (Direzione Distrettuale Antimafia) che ha coordinato i poliziotti. Al momento, 19 persone risultano indagate, informa l’Ansa. Tra gli indagati ci sono noti appartenenti alla mafia, ma anche professionisti e commercianti. Tramite tali complici, la polizia intende raccogliere elementi utili alla cattura del pupillo di Totò Riina.

Blitz a Castelvetrano

Il blitz ha colpito anche il Comune in cui tutto ha avuto inizio e che, secondo i dati ufficiali, risulta essere l’ultimo indirizzo di residenza di Messina Denaro. Era il 1993 quando è scomparso da Castelvetrano ha iniziato la latitanza, dopo la condanna all’ergastolo per le bombe a Milano, Roma e Firenze.

Proprio in questo piccolo centro all’estremità occidentale della Sicilia, solo qualche mese prima (metà aprile), sono finiti in manette due carabinieri e l’ex sindaco, Antonio Vaccarino, accusati rispettivamente di accesso abusivo al sistema informatico e favoreggiamento. In altre parole, delle talpe che hanno riferito al boss, la “primula rossa” di Cosa Nostra, informazioni essenziali relative alle indagini condotte su di lui. Ed è sempre qui a Castelvetrano che si cela, secondo un poliziotto citato da Repubblica, “la chiave per svelare l’enigma Matteo Messina Denaro”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in Lettere moderne presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in Lettere moderne, con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.