Paura a Stromboli, l’Ingv lancia l’allerta gialla
Cronaca

Paura a Stromboli, l’Ingv lancia l’allerta gialla

Stromboli allerta gialla
Stromboli allerta gialla

Il sindaco di Lipari ha vietato le escursioni e ha fatto attraccare la motonave Helga nell'eventualità di un'evacuazione.

Resta alta l’allerta a Stromboli, dopo le violente esplosioni che hanno seminato il panico sull’isola e causato la morte di Massimo Imbesi, oltre a ferire altre tre persone. Gli esperti dell’Ingv hanno diramato un’allerta gialla dopo aver registrato nuovi tremori nell’area del vulcano. Marco Giorgianni, il sindaco si Lipari, ha emanato il divieto di escursioni nella zona. Nel frattempo, i Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro con i Canadair per spegnere gli ultimi focolai provocati dai lapilli fuoriusciti dai crateri. I soccorritori segnalano infatti incendi in corso in zone difficilmente accessibili.

Scosse di terremoto

In seguito all’eruzione, i turisti che si trovavano a Stromboli hanno preferito lasciare l’isola a bordo di traghetti e aliscafi per raggiungere Milazzo. Grande è stata la paura tra i visitatori che hanno assistito all’esplosione, fino a gettarsi in mare per cercare di mettersi in salvo. A scopo precauzionale, il primo cittadino di Lipari ha fatto attraccare la motonave Helga della Caronte & Tourist Isole Minori, nell’eventualità (al momento considerata remota) di un’evacuazione.

L’eruzione ha causato anche diverse scosse di terremoto di lieve entità, classificate dagli esperti come magnitudo 2.

La situazione a Ginostra

Nel frattempo, gli abitanti sono al lavoro per liberare strade e abitazioni dai detriti portati dalle esplosioni. A Ginostra, la frazione più colpita, il sindaco di Lipari ha descritto uno “scenario postbellico“. Nel Comune è stata ripristinata l’energia elettrica, ha riferito il sindaco di Lipari: “I tecnici dell’Enel hanno lavorato anche di notte riuscendo a far ripartire la centrale. Non c’è stata nessuna evacuazione perché non ce n’era la necessità”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.