×
Home > Cronaca > Un amore incondizionato per le tigri: la vita circense di Ettore Weber
05/07/2019 | di Jacopo Bongini

Un amore incondizionato per le tigri: la vita circense di Ettore Weber

Ettore Weber è morto proprio pochi giorni prima che venisse discussa la bozza di decreto legge in merito alla presenza degli animali nei circhi.

ettore-weber2

Ettore Weber ha dedicato la sua intera vita agli animali, in particolar modo alle tigri, e proprio grazie alle tigri ha trovato la morte nella serata di giovedì 4 luglio. Il domatore 61enne è stato infatti sbranato dalle quattro tigri con cui stava provando lo spettacolo circense che si sarebbe dovuto tenere di li a poche ore. Weber era universalmente considerato uno dei migliori domatori di grandi felini presenti in Italia, ma l’esperienza non è bastata nell’evitargli una morte tanto atroce.

Una vita dedicata al circo

Sposato con l’artista circense Loredana Vulcanelli, Weber oltre alla sua attività di domatore presso il circo di Marina Orfei gestiva anche il personale Circo Weber.

Nel corso degli ultimi anni il 61enne aveva realizzato lo spettacolo interattivo Animal Park, da lui considerato un “viaggio socio-educativo tra gli animali dei 5 continenti”.

Con l’Animal Park, Weber da anni viaggiava l’Italia permettendo di far conoscere ai suoi spettatori gli animali più disparati. Nella pletora di creature che Weber portava con se erano inoltre presenti tigri siberiane, tigri reali del Bengala, cammelli, dromedari, giraffe, zebre, lama, cavalli e bisonti.

La questione dei circhi in Italia

Ironia della sorte, la morte di Weber arriva a pochi giorni dall’apertura del tavolo di confronto tra il ministero dei Beni culturali e gli enti locali per discutere sulla situazione dei circhi in Italia. In particolare l’incontro del prossimo 11 luglio verterà sulla bozza di decreto che riguarda il superamento della presenza degli animali nei circhi.

In un’intervista al Corriere della Sera dello scorso maggio, il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli aveva auspicato una prossima fine dell’utilizzo degli animali all’interno dei circhi: “Voglio gli animali fuori dai circhi e sto lavorando per questo.

Il Parlamento sta discutendo una legge delega che ci permetterà di varare un decreto legislativo al quale stiamo già lavorando col ministero dell’Ambiente. Incontrerò presto le associazioni degli animalisti e quelle dei circensi”. Insomma, la tragica scomparsa di Ettore Weber sembra voler scandire simbolicamente anche la fine che, molto presto, farà il mondo del circo come lui lo amava e come tutti lo abbiamo conosciuto fino ad oggi.


Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche