×

Imprenditore vede furto in diretta e spara ai ladri in fuga

Condividi su Facebook

Gli inquirenti stanno indagando per capire se l'uomo abbia agito nei limiti della legittima difesa.

uomo spara ai ladri

La vicenda è accaduta a Vaprio d’Adda, nel milanese. Un imprenditore di 56 anni ha assistito a un furto nella sua azienda di impianti a refrigerazione attraverso il sistema di videosorveglianza collegato al suo smartphone, quindi ha inseguito i ladri armato di pistola e ha sparato contro il furgone in fuga. Secondo quanto riportato, i tre malviventi sarebbero poi fuggiti di corsa, abbandonando la refurtiva. Le forze dell’ordine hanno sequestrato arma e munizioni dell’imprenditore e hanno aperto un fascicolo per indagare sulla vicenda e per accertarsi che l’uomo abbia agito nei limiti della legittima difesa.

Le dinamiche

Le dinamiche della vicenda sono state svelate dai carabinieri del comando provinciale della città meneghina. Dopo avere assistito al furto in diretta, l’imprenditore è salito in macchina armato di pistola, detenuta legalmente, per inseguire i criminali.

Una volta raggiunto il mezzo, l’uomo avrebbe aperto due volte il fuoco, senza però centrare il bersaglio. I ladri, tuttavia, avrebbero abbandonato il veicolo spaventati e avrebbero continuato la fuga a piedi. Gli spari li avrebbero costretti, inoltre, ad abbandonare ciò che avevano sottratto all’azienda, ovvero otto bombole di gas refrigerante del valore di circa 40mila euro. Il 56enne avrebbe infine chiamato i carabinieri per denunciare l’accaduto.

“La giustizia fai da te non deve neppure essere presa in considerazione, salvo la legittima difesa, naturalmente. Ma non mi sembra questo il caso” ha dichiarato Luigi Fumagalli, primo cittadino di Vaprio d’Adda. Si tratta della stessa città in cui, nell’ottobre del 2015, il pensionato Francesco Sicignano sparò a un ladro in casa sua.

L’uomo venne indagato per omicidio volontario, ma due anni dopo venne prosciolto per avere agito secondo le regole della legittima difesa.


Scrivi un commento

1000

Leggi anche