Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Milano, incendio a Segrate: quattro mezzi dei pompieri sul posto
Cronaca

Milano, incendio a Segrate: quattro mezzi dei pompieri sul posto

Il sindaco: "Consigliamo ai cittadini di chiudere tutte le porte e finestre delle proprie case e preferibilmente di allontanarsi dal luogo"

Giovedì 11 Luglio 2019 è divampato un incendio a Segrate. Secondo le prime ricostruzioni, l’incendio proverrebbe da un’officina di vecchie auto. Le fiamme hanno iniziato ad espandersi attorno alle 16 e sono ora in corso gli interventi dei vigili del fuoco.

Le prime ricostruzioni

Secondo le prime informazioni trapelate, le fiamme provengono da alcune vecchie auto all’interno di un’officina. Le auto erano disposte a pila e per ragioni ancora sconosciute hanno preso fuoco. Da qui l’incendio è divampato attaccandosi ad una cascina poco distante. Il grande rogo ha formato una grossa nuvola nera visibile in tutti i dintorni. Sono in corso gli interventi dei vigili del fuoco per domare l’incendio, sul posto anche due ambulanze anche se non dovrebbero esserci feriti.

Le parole del sindaco

Il sindaco di Segrate, Paolo Micheli, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’incendio: ” Sono in contatto con la polizia e i vigili del fuoco che stanno domando l’incendio scoppiato nel deposito di un rottamaio a Redecesio.

Consigliamo ai cittadini di chiudere tutte le porte e finestre delle proprie case e preferibilmente di allontanarsi dal luogo per evitare di respirare i fumi fino a che non si saranno diradati”. (foto Iconanews)

Casi simili

L’incendio di Segrate arriva due giorni dopo un altro rogo nella provincia milanese. Martedì 9 Luglio 2019 infatti era scoppiato un incendio in mattinata a Settimo Milanese. Le fiamme erano divampate all’interno di un capannone di circa 1.400 metri quadrati in via Albert Bruce Sabin, nella zona industriale della frazione di Seguro, luogo in cui vengono stoccati rifiuti speciali e industriali.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche