Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Previsioni meteo agosto: aggiornamenti e sorprese
Cronaca

Previsioni meteo agosto: aggiornamenti e sorprese

Possibili picchi fino a 40°

Un agosto caratterizzato dal caldo, inizialmente accettabile ma presto con punte record di 40°, soprattutto nelle regioni centro-settentrionali. Possibile tregua solo dopo il 20.

Mancano pochi giorni per arrivare al mese più caldo dell’anno. Previste alte temperature, con punte record che potrebbero toccare i 40° anche nelle regioni centro-settentrionali. Possibili temporali e grandinate solo dopo il 20 agosto.

Meteo agosto: caldo torrido con punte record fino a 40°

Le mappe realizzate dal centro di calcolo europeo ECMWF mostrano una situazione abbastanza chiara, seppur soggetta a possibili modifiche. L’inizio del mese di agosto sarà caratterizzato dal caldo, che interesserà soprattutto le regioni meridionali con picchi fino a 36-37°C tra Puglia e Sicilia.

Dopo il 5 agosto, lo scenario potrebbe cambiare completamente riservando grandi novità. E’ infatti previsto dall’Africa l’arrivo di una massa di aria calda diretta verso l’Europa occidentale. Inizialmente le alte temperature interesseranno Spagna, Inghilterra, Francia e Germania. Ma presto riguarderanno anche il Nord Italia, la Toscana e parte delle regioni tirreniche. Non sono da escludere punte fino a 40°. Diversa la situazione al Sud dove il caldo sarà in un primo momento accettabile, anche se nel corso dei giorni le temperature potrebbero alzarsi al di sopra della norma.

Una tregua dal grande caldo sarà possibile solo dopo il 20 agosto.

Il flusso Atlantico potrebbe infatti abbassarsi di latitudine e raggiungere l’Italia. Questo porterebbe ad una progressiva diminuzione delle temperature, accompagnata da grandinate e temporali. Condizioni instabili quindi soltanto alla fine del mese, uno dei più caldi di sempre secondo queste previsioni. Informazioni più dettagliate saranno disponibili nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche