Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sicilia, incidente mortale: scontro tra auto e tir, muore 22enne
Cronaca

Sicilia, incidente mortale: scontro tra auto e tir, muore 22enne

palermo incidente

Una giovane vittima e quattro feriti. Il bilancio dello scontro frontale verificatosi sulla statale 121 tra Agrigento e Palermo

Un incidente mortale si è verificato nella giornata di mercoledì 10 luglio 2019 in Sicilia -sulla strada statale 121 che collega la città di Agrigento al capoluogo palermitano.Vittima dello scontro frontale che ha interessato un tir e almeno due veicoli è Valerio Patti, un giovane di 22 anni. Quattro persone ferite, una in maniera così grave da aver reso necessario l’intervento dell’elisoccorso. La strada è stata chiusa per ore al km 234 per permettere alle autorità di svolgere le opportune indagini.

Sicilia, incidente mortale: l’impatto

Tra gli svincoli di Villafrati e Baucina, nella tarda mattinata di mercoledì 10 luglio, un’automobile si è scontrata con un tir e ad essere stato coinvolto ci sarebbe anche un terzo veicolo. La prima vettura e il camion stavano viaggiando in sensi di marcia opposti quando è avvenuto l’impatto. Valerio Patti, il ragazzo di 22 anni che ha perso la vita nell’incidente, era originario di Lercara Friddi. La statale 121 ha purtroppo segnato in maniera brutale il suo destino, proprio lì agli svincoli di Baucina e Villafrati.

I feriti sono stati trasportati all’ospedale civico di Palermo. Per uno di loro, il più grave di tutti, il trasporto è avvenuto per mezzo di elicottero.

Si sta ancora facendo chiarezza sulle dinamiche dello scontro frontale che ha coinvolto almeno due autovetture e un tir e che è costato la vita ad un giovane di soli 22 anni. L’incidente ha avuto ripercussioni sul traffico proprio per consentire agli agenti di svolgere tutte le indagini necessarie a smascherare la dinamica del tremendo impatto verificatosi in Sicilia tra Agrigento e Palermo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche