×

Incidente di Vittoria, parla Salvini: “Galera per anni, senza sconti”

Alle parole del ministro dell'Interno si sono aggiunte quelle di Luigi Di Maio e di Giorgia Meloni, che chiedono pene certe per l'assassino.

matteo-salvini

La notizia della morte dei due cuginetti di Vittoria, investiti da un suv lo scorso 11 luglio, ha subito scatenato la reazione dei principali leader politici. Da ogni fronte viene richiesta infatti una pena esemplare per Rosario Greco, che guidava il veicolo sotto effetto di alcol e stupefacenti.

Tra i primi a commentare la vicenda c’è il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che sul proprio profilo Facebook si scaglia contro l’assassino dei due ragazzini.

Le parole del vicepremier

Nella giornata del 14 luglio, poco dopo il funerale del piccolo Alessio d’Antonio e la contemporanea morte del cugino Simone, il leader della Lega ha commentato: “Galera, per anni e senza sconti, per chi ha ucciso questi due piccoli angeli.

Speriamo.” Una dichiarazione che si aggiunge a quella già espressa dal ministro all’indomani della tragedia di Vittoria: “Galera per anni, buttando via le chiavi, per questo bastardo. Una preghiera per i due bimbi.”

La morte del piccolo Simone è avvenuta la mattina del 14 luglio presso l’ospedale di Messina, dove i medici avevano già effettuato l‘amputazione di entrambe le gambe dell 11enne in un estremo tentativo di salvargli la vita.

La notizia del decesso è arrivata proprio mentre la bara del cugino Antonio era sul sagrato della chiesa di San Giovanni Battista a Vittoria.

Gli altri leader politici

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, che su Facebook ha così commentato la morte di Antonio e Simone: “Oggi se n’è andato in cielo anche il piccolo Simone, dopo più di due giorni di agonia. Ha raggiunto il suo cuginetto, Alessio. Due giovani vite violentemente spezzate da un criminale. È così grande la rabbia che viene da dire che per uno così non basta nemmeno il carcere. Sei un essere inumano se investi due bambini in quel modo. Poi fuggi e non presti soccorso. Mi viene la pelle d’oca solo a pensarlo. Abbraccio forte le famiglie di Simone e Alessio, per quel che serva, in questo momento di estremo dolore e solitudine, che getta ognuno di noi nello sconforto e nella tristezza.”

Rabbia anche dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che chiede giustizia per i due cuginetti: “Fratelli d’Italia chiede che la giustizia sia implacabile e punisca, senza sconti, i responsabili di questo abominio. E lo Stato faccia sentire forte la sua presenza e aiuti questo territorio difficile a liberarsi dalla morsa di delinquenti e mafiosi.”

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora