Incidente Vittoria, folla per le esequie del piccolo Simone D’Antonio
Cronaca

Incidente Vittoria, folla per le esequie del piccolo Simone D’Antonio

funerale-simone

Simone era deceduto lo scorso 14 luglio mentre si stavano celebrando i funerali del cugino Alessio, morto subito dopo essere stato investito dal suv.

Nella giornata di mercoledì 17 luglio la città di Vittoria ha potuto piangere il piccolo Simone D’Antonio, morto assieme al cugino Alessio dopo essere stato travolto dall’auto di Rosario Greco lo scorso 12 luglio. I funerali di Simone si sono tenuti nella chiesa di San Giovanni Battista alla presenza di centinaia di persone, compreso il vicepremier Luigi Di Maio ed il commissario straordinario del Comune Filippo Dispenza.

L’omelia del vescovo Cuttitta

A celebrare il funerale è stato il vescovo di Ragusa Carmelo Cuttitta, già officiante delle esequie di Alessio D’Antonio lo scorso 14 luglio. Durante l’omelia, il vescovo ha lanciato un appello: “La responsabilità di questa tragedia va tenuta in debito conto. Dobbiamo fare in modo che non si guidi più in stato di ebbrezza o sotto l’effetto della droga perché queste tragedie non accadano più. Alessio e Simone hanno raggiunto la vita eterna e sono in compagnia di Dio.”

Presente al funerale anche Luigi Di Maio, che proprio in occasione della morte di Simone D’Antonio aveva dichiarato: “Rabbia per i fatti di Vittoria che hanno causato la morte di Alessio e Simone.

Ho letto attentamente quanto scritto da Paolo Borrometi e confermo: nessuno deve avere paura di fare i nomi di individui legati alla mafia. Lo Stato sarà sempre al loro fianco!”. In seguito Di Maio ha fatto visita ai genitori dell’altro bambino ucciso, in casa della nonna materna. Dopo la morte di Alessio, Alessandro e Lucy D’Antonio avevano infatti deciso di allontanarsi dalla loro abitazione di Vittoria per il dolore datogli dalla morte del figlio.

Le parole dei genitori di Simone

Intervistati dal Tgr Sicilia, i genitori di Simone Valentina e Tony D’Antonio si sono rivolti direttamente al ministro Di Maio chiedendo l’intervento dello Stato: “Chiediamo che il Parlamento cambi questa legge, perché non è omicidio stradale, ma questa è una strage. Abbiamo incontrato Greco ma lui ci ha risposto che non ha fatto niente. Evidentemente non ha capito la gravità della cosa, vedere davanti ai suoi occhi due bambini senza gambe e fuggire.”


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.