×

Ancona, in ospedale per partorire: morti feto e mamma 34enne

Una donna 34enne, già madre di due figli, va in ospedale al Salesi di Ancona al termine della sue terza gravidanza. In sala parto la doppia tragedia.

morta sala operatoria

Tragedia al Salesi, il presidio ospedaliero di Ancona. Una donna di 34 anni è morta al termine della sua terza gravidanza. La giovane pare che fosse entrata in ospedale accusando dolori addominali. Gli accertamenti avrebbero evidenziato a quel punto un aborto spontaneo. Quando la donna è entrata in sala parto per espellere il feto, qualcosa però è andato storto. Avviata un’indagine interna e della magistratura.

Aborto spontaneo del feto

Il dramma si è consumato nella notte tra sabato 24 e domenica 25 agosto 2019. In base alle primissime informazioni riportate dal Corriere Adriatico, una mamma di 34 anni al termine della sua terza gravidanza si era recata in ospedale, probabilmente per aver accusato alcuni dolori addominali.

La giovane è stata sottoposta a quindi alcuni accertamenti, al termine dei quali i medici hanno scoperto che il cuore del bimbo che portava in grembo aveva smesso di battere. La 34enne, che viveva con la famiglia a Loreto, è stata quindi condotta in sala parto per espellere il feto.

Morta anche la mamma

Qualcosa però a quel punto deve essere andato storto.

Al termine dell’intervento infatti i sanitari hanno dovuto comunicare alla famiglia della donna un’altra terribile tragedia. La mamma era infatti morta nel corso dell’operazione.

Ancora da accertare con chiarezza che cosa sia successo nel reparto pediatrico dell’ospedale Salesi di Ancona. Gli stessi operatori hanno segnalato l’accaduto alla magistratura, che ha aperto un’inchiesta per verificare eventuali responsabilità. Al contempo si è attivata anche l’Azienda ospedaliera locale, che ha avviato un’indagine interna.


Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche