×

Bruno Vespa, intervista a Lucia Panigalli: procedimento disciplinare dell’Odg

L'Odg nazionale e del Lazio hanno avanzato una richiesta di procedimento disciplinare contro Bruno Vespa per l'intervista a Lucia Panigalli.

Bruno vespa lucia panigalli odg
Bruno vespa lucia panigalli odg

L’Ordine dei giornalisti ha avanzato una richiesta di procedimento disciplinare contro Bruno Vespa per l’intervista a Lucia Panigalli a Porta a Porta. La richiesta è arrivata sia dall’Odg nazionale che dall’Odg del Lazio.

Bruno Vespa, procedimento disciplinare

In una nota congiunta della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei giornalisti e le commissioni Pari Opportunità del sindacato Fnsi e Usigrai si legge: “La Commissione deplora contenuti, toni e linguaggio utilizzati nella trasmissione Porta a Porta del 17 settembre 2019, durante la quale il conduttore Bruno Vespa ha reiterato un atteggiamento ambiguo, scorretto e irrispettoso nei confronti di una donna già vittima di violenza. La Commissione chiede una maggiore attenzione alla Rai nella verifica delle trasmissioni dal contenuto particolarmente sensibile come questo, anche alla luce dell’adesione dell’azienda al Manifesto di Venezia per una corretta informazione contro la violenza sulle donne.

Diciamo all’ad Fabrizio Salini e al Consiglio d’Amministrazione che quanto abbiamo visto nelle puntate citate è in palese violazione non soltanto delle norme deontologiche e del Manifesto di Venezia, ma anche del contratto di servizio”.

“Di fronte ai continui episodi di violenza contro le donne, la Rai dovrebbe essere promotrice di cambiamento culturale. E invece dobbiamo assistere all’ennesima intervista che mette sotto accusa le vittime“, aggiunge l’Usigrai.

Bruno Vespa: l’intervista a Lucia Panigalli

Tra le frasi incriminate pronunciate da Bruno Vespa nell’intervista a Lucia Panigalli c’è: “Signora, se avesse voluto ucciderla l’avrebbe fatto“. Fa discutere anche l’espressione – da molti definita beffarda e paternalistica – del giornalista nel corso della puntata di martedì 17 settembre.

Era il 16 maggio 2010 quando Lucia Panigalli, oggi 62enne, è stata aggredita da un uomo con il volto coperto da un passamontagna.

La donna stava tornando nella sua casa alle porte di Ferrara dopo una serata trascorsa con gli amici. Solo quando è entrata nell’abitazione ha scoperto il volto del suo aggressore.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Caricamento...

Leggi anche