×

Bisturi nelle parti intime: donna voleva consegnarlo a detenuto

Donna cerca introdurre oggetto contundente in carcere, ma viene scoperta dalla Polizia Penitenziaria.

In carcere con bisturi nelle parti intime
In carcere con bisturi nelle parti intime

Il bisturi da introdurre nel carcere era stato avvolto nel cellophane, in un profilattico e inserito nelle parti intime: scoperto grazie al metal detector all’ingresso del penitenziario, la mossa è costata una denuncia alla visitatrice.

L’arma, destinata al compagno della donna detenuto presso il carcere di Ariano Irpino, è stata scoperta grazie al metal detector che scansiona i visitatori dei prigionieri. La donna sembrava non sapere che, seppur infilandolo nelle parti intime, l’oggetto sarebbe stato prontamente rilevato dal personale del penitenziario.

Bisturi nelle parti intime: denunciata

L’oggetto contundente è stato recuperato dagli agenti della Polizia Penitenziaria che, escludendo la possibilità di un guasto al metal detector, hanno provveduto a far perquisire la visitatrice a un’Agente, che ha rapidamente rinvenuto il bisturi nelle parti intime della donna, che è stata poi denunciata alla competente Autorità Giudiziaria.

I precedenti

La pratica di far entrare oggetti proibiti all’interno delle carceri della Campania è molto diffusa tra i familiari dei detenuti, che prediligono perlopiù cellulari e droghe di vario tipo.
Soltanto qualche giorno fa, proprio nel carcere di Ariano Irpino, tre agenti sono stati aggrediti da alcuni prigionieri che, durante un controllo di routine, erano stati scoperti a utilizzare dei telefoni cellulari all’interno della propria cella.
Così come alcuni mesi fa, sempre all’interno del medesimo penitenziario, vennero scoperte dosi di droga occultate all’interno di polpette al sugo destinate al congiunto detenuto.

Collaboratore giornalistico, Social Media Manager e autore della Saga Urban Fantasy I Segreti di Asgralot, pubblicata da A.Car Edizioni. Composto più da Nerdismo che da carbonio, da sempre appassionato di cinema, fumetti e serie TV, crede che la risposta a ogni domanda sia 42.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Federico Paccani

Collaboratore giornalistico, Social Media Manager e autore della Saga Urban Fantasy I Segreti di Asgralot, pubblicata da A.Car Edizioni. Composto più da Nerdismo che da carbonio, da sempre appassionato di cinema, fumetti e serie TV, crede che la risposta a ogni domanda sia 42.

Leggi anche