×

Equinozio 2019, quando è il primo giorno d’autunno

L'equinozio di autunno 2019 non è il 21 settembre come molti credono.

equinozio autunno

Possiamo goderci l’estate per un paio di giorni in più. Molte persone sono convinte che le stagioni inizino sempre il giorno 21 (a settembre, dicembre, marzo e giugno). In realtà l’equinozio, il primo giorno d’autunno, quest’anno cade il 23 settembre, alle 07:50 UTC, 09:50 ora italiana.

Equinozio d’Autunno: quando arriva

Di solito l’equinozio di autunno è tra il 21 e il 24 settembre, sempre in orari diversi. La variazione dipende dalla diversa durata dell’anno solare e del calendario. Infatti il pianeta impiega 365.25 giorni per fare un giro completo attorno al Sole e l’introduzione di un giorno ogni 4 anni nell’anno bisestile può fare slittare la data anche di molte ore. E’ difficile comunque che l’equinozio d’autunno si verifichi il 21 e il 24.

Il prossimo equinozio autunnale si verificherà il 21 settembre solo nel 2092 e nel 2096. L’ultima volta che è stato il 24 settembre invece è stato nel 1931, mentre la prossima volta sarà nel 2303.

Il motivo del ritardo

Intervistato da Media INAF, il notiziario online dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Andrea Longobardo, astronomo dell’Istituto di astrofisica e planetologia spaziali dell’Inaf di Roma, ha spiegato meglio il ritardo dell’equinozio d’autunno, a differenza di quello di primavera : “Se l’asse terrestre fosse perpendicolare al piano orbitale, noi avremmo per tutto l’anno il giorno uguale alla notte, e quindi non ci sarebbero le stagioni. Poiché l’asse è inclinato sul piano orbitale, i raggi sono perpendicolari all’asse terrestre solo due volte l’anno, in due punti opposti dell’orbita. Uno è l’equinozio di primavera, l’altro è l’equinozio di autunno che dovrebbe avvenire esattamente sei mesi dopo.

In realtà, poiché nei mesi estivi la Terra è più lenta nel suo moto di rivoluzione, l’equinozio d’autunno ritarda un po’ e giunge il 23 settembre”. Il moto di rivoluzione intorno al Sole, secondo quanto è spiegato dalla seconda legge di Keplero, è leggermente più lento in prossimità dell’afelio terrestre, il punto in cui la Terra è alla massima distanza dal Sole.

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Francesca Sofia Cocco

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.

Caricamento...

Leggi anche