×

Terremoto Albania: il tweet choc della rivista Rolling Stone

Gli utenti di Twitter sono rimasti senza parole per un post della rivista Rolling Stone.

post terremoto albania

Il popolo del web è rimasto scioccato. Quando la terra ha tremato al largo delle coste dell’Albania, la scossa di terremoto è stata avvertita anche in Puglia. Sull’account Twitter della rivista Rolling Stone è apparso un post dai toni razzisti, poi sparito nel giro di pochi minuti.

Le accuse a Rolling Stone

Il post che ha sconcertato gli utenti di Twitter è apparso nell’account della rivista Rolling Stone il pomeriggio del 21 settembre. Alle 16.04 si è verificato un sisma di magnitudo 5.8 davanti a Durazzo, seguito da uno di magnitudo 5.3. Le scosse sono state avvertite fino in Puglia. Alle 16.43 Rolling Stone ha pubblicato un tweet in cui c’era scritto: “Il terremoto arriva in Italia dall’Albania. Visto che succede a tenere i porti aperti? Altroché denutriti, fanno tremare le case di mezza Puglia”. Il post, dal tono razzista, è stato eliminato pochi minuti dopo.

Era già troppo tardi: sul web sono partite le accuse contro la rivista musicale, dopo che qualcuno aveva fatto lo screenshot del tweet. Infatti la comunità albanese è una delle più integrate e numerose in Italia e a molti non è andato a genio il commento su Twitter. Qualcuno ha iniziato ad attaccare in maniera molto pesante. “Vi è andata di lusso che non è morto nessuno, visto che ci trovate tanto da ridere. Rolling Stone, secondo me dovreste solo chiedere scusa pubblicamente”: ha scritto un utente. Non resta che aspettare per vedere se la rivista di musica risponderà alle accuse o per lo meno giustificherà la comparsa di quel post.

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Francesca Sofia Cocco

Nata a Cagliari, classe 2000, frequenta l'Università Bocconi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per l'Unione Sarda.

Caricamento...

Leggi anche