×

Studentessa suicida a Monsummano: era vittima di bullismo

I colleghi universitari la schernivano a causa delle sue umili origini: la 20enne si è suicidata gettandosi dalla finestra di casa dei genitori.

studentessa suicida monsummano
studentessa suicida monsummano

Tragedia in provincia di Pistoria, per una giovane studentessa suicida lo stesso giorno in cui aveva un appuntamento con i Carabinieri della stazione di Monsummano Terme. La giovane, di appena vent’anni, non ha retto lo stress al quale veniva ripetutamente esposta all’università. Nel pomeriggio di venerdì 20 settembre ha deciso di porre fine alle sue sofferenze gettandosi da una finestra del quarto piano dell’abitazione dei genitori. La ragazza, studentessa fuorisede, era tornata a trovare i genitori in provincia di Pistoia. Le urla disperate della madre hanno attirato l’attenzione dei vicini che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Purtroppo per la giovane non c’è stato niente da fare: le ferite procurate dalla caduta erano troppo gravi e ne hanno causato la morte sul colpo.

Monsummano, studentessa suicida

I Carabinieri della stazione di Musummano stanno indagando sulla vita della studentessa e sulle cause che potrebbero averla indotta al suicidio.

La pista del bullismo è finora tra le più battute. La ragazza aveva anche già preso appuntamento per sporgere regolare denuncia contro alcuni studenti. Stando ai racconti della giovane, era da tempo oggetto di scherno da parte di alcuni colleghi universitari perché proveniva da una famiglia di immigrati, persone umili che avevano fatto tutti i sacrifici necessari per garantire un vita dignitosa alla figlia. Ma questo non è bastato a proteggere la ragazza dalla crudeltà umana, dalle continue prese in giro e dalle umiliazioni che l’hanno probabilmente spinta al suicidio.

Il precedente

Qualche giorno fa un’altra giovane studentessa di 16 anni si è suicidata nel Regno Unito. La giovane era vittima di bullismo da quando aveva 11 anni a causa del suo aspetto fisico.



Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche