×

Commessa compra casa da 5 milioni in via Condotti, indaga la procura

Una commessa 25enne ha destato i sospetti della procura di Roma dopo aver acquistato una casa in via Condotti dal prezzo di circa 5 milioni di euro.

commessa-compra-casa-via-condotti

Come commessa percepiva 1.840 euro di stipendio, ma ciò non le ha impedito di acquistare una casa da ben 5 milioni di euro nella centralissima via Condotti a Roma. Una spesa che forse si addice più ad un membro dello show business e che infatti ha subito destato i sospetti della procura, la quale ha iscritto nel registro degli indagati la 25enne Camilla Fabri: aspirante modella e con un passato impreziosito da alcune comparsate in televisione.

Commessa compra casa in via Condotti

Oltre all’appartamento in via Condotti, nello stesso palazzo dove ha sede la gioielleria Bulgari, la Fabri avrebbe compiuto ulteriori spese ingenti: come sottoscrivere un contratto d’affitto da 5.800 euro al mese o acquistare un Range Rover Evoque da 54mila euro.

Ma come può una commessa 25enne avere a disposizione tutto questo denaro?

Una risposta sembrerebbe arrivare da suo marito, l’imprenditore colombiano Alex Nain Saab Moran considerato vicino al presidente del Venezuela Nicolas Maduro, e dal fidanzato della sorella Lorenzo Antonelli. Quest’ultimo è infatti amministratore della Kinlock Investment, società da cui arriverebbero i soldi assieme ad un’altra società di Dubai e da un trust inglese.

Le indagini della procura

Analizzando le transazioni effettuate, la procura di Roma ha quindi scoperto un meccanismo di riciclaggio internazionale che giungeva in Italia partendo dal Venezuela attraversando paradisi fiscali. Proprio dal Venezuela proverrebbero i soldi riciclati, ottenuti dal merito di Camilla tramite tangenti sulla distribuzione di generi alimentari nel paese sudamericano che attualmente soffre di uno dei tassi di povertà più alti al mondo, stimato tra il 76% e l’87%.

Al momento gli accertamenti della procura hanno portato al sequestro di 10 milioni di euro, oltre all’iscrizione nel registro degli indagati di Camilla e del cognato Antonelli, i quali farebbero parte di una lunga lista di prestanome.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche